Banca Marche: un primo bilancio sul rimborso forfettario delle obbligazioni subordinate

Adiconsum Marche ha presentato 220 istanze di rimborso forfettario per gli obbligazionisti subordinati di Banca Marche (in totale circa 1.100) e Banca Etruria per un totale di 8.685.000 euro e allo stato attuale ne sono state liquidate 20, quindi appena il 10%, per un totale recuperato alla data odierna di € 708.520,00. Ricordiamo che l’istanza poteva essere presentata al ricorrere di determinati requisiti entro il 3 gennaio 2017 e dava la possibilità di ottenere un rimborso pari a circa l’80% dell’importo investito.

Il decreto prevede il termine di 60 giorni dalla presentazione della domanda per provvedere all’esame della documentazione e quindi arrivare alla conclusione della pratica con il rigetto o la liquidazione del dovuto.

Allo stato attuale il Fondo riporta un ritardo di 30 – 45 giorni, dovuto molto probabilmente alla mole di domande pervenute. Sono infatti 14.382 le domande pervenute al FITD, di cui al 31/01/2017 3.503 liquidate, per un importo totale di 46,44 milioni di euro.

Adiconsum Marche intende tranquillizzare tutti i risparmiatori che si sono rivolti all’associazione in quanto le posizioni vengono monitorate quotidianamente ed i singoli utenti tempestivamente avvisati dell’andamento della loro istanza.