E’ sciopero alla GI&E SPA di P.Recanati

Sciopero delle prime 8 ore di lavoro, domani 17 gennaio, con presidio davanti i cancelli dello stabilimento di Porto Recanati della  GI&E SPA E’ quanto è stato deciso oggi  al termine dell’ assemblea,  con i lavoratori della GI&E SPA, per discutere l’avvio della procedura di affitto d’azienda e messa in liquidazione degli altri reparti produttivi,  dopo l’incontro di  ieri tra Rsu aziendali, sindacati di categoria con l’Amministratore   della GI&E UNIPERSONALE e l ‘Amministratore Unico della GLF TURBINE SRL ,azienda affittuaria del reparto parti calde.

«I lavoratori dopo ampia discussione hanno ritenuto insufficienti e poco credibili le argomentazioni date dagli amministratori delle due aziende, in quanto non hanno fornito  un piano industriale dettagliato sia per  gli ordinativi sia sul piano della sostenibilità economica e sugli investimenti necessari per il rilancio dell’azienda. – riportano i sindacati –  I lavoratori di tutta la GI&E SPA ad oggi non sono nelle condizioni di poter esprimere fiducia alla nuova compagine aziendale e vogliono risposte immediate, concrete e non fumose .  E’ in gioco il futuro di 160 famiglie di  Porto Recanati e altrettante sono le preoccupazioni per i 160 lavoratori dell’ A. Merloni C. G.G. SPA già coinvolta da una complessa ristrutturazione aggravata dalle note vicende legate al terremoto del 26 ottobre 2016.  – concludono i sindacati –  Per quanto sta succedendo all’intero gruppo,chiediamo incontri serrati in sede istituzionale per garantire un futuro occupazionale a tutte le maestranze.»  Se non ci saranno riscontri a quanto richiesto si valuteranno ulteriori iniziative di protesta.

 

Ancona 16 gennaio 2018