Archivio tag: Marco Bentivogli

5 minuti Cisl: 1°maggio 2017 il punto di Sauro Rossi- #CashMob etico Fim Cisl NeXt

screen 5 min 5 mag 2017

Primo maggio 2017, il punto del Segretario Generale della Cisl Marche Sauro Rossi. #votocolportafoglio #cashmobetico promosso da Fim Cisl nazionale e NeXt- Nuova economia a Muccia. Le interviste a Marco Bentivogli, Segretario Generale Fim Cisl nazionale, Leonardo Becchetti presidente Next e professore di economia politica all’Università di Tor Vergata Roma e i referenti delle aziende […]

Festa del lavoro sostenibile e del consumo critico e responsabile

MOBeticolocandina 2017 top

FIM Cisl Nazionale e NeXt – Nuova Economia X Tutti ancora insieme per festeggiare l’Italia che lavora in modo sostenibile e responsabile. Appuntamento il 29 aprile a Muccia – comune diventato zona rossa dopo il sisma del 2016 – che apre i suoi giardini pubblici alle imprese locali sostenibili premiandole con acquisti consapevoli e supportando […]

Marco Bentivogli a Jesi per presentare il libro “Abbiamo rovinato l’Italia? Perché non si può fare a meno del sindacato”

28022017_115334_1

Venerdì 3 Marzo ore 17,30 Palazzo dei Convegni, Corso Giacomo Matteotti, 19 – Jesi (AN), presentazione del libro “Abbiamo rovinato l’Italia? Perché non si può fare a meno del sindacato” con l’autore Marco Bentivogli, Segretario Generale Fim – Cisl.

Jp Industries: stop ai licenziamenti, prosegue il confronto

WhatsApp Image 2016-08-04 at 11.17.41

Fim Fiom e Uilm ottengono il ritiro della procedura di mobilità, condizione necessaria per riprendere il confronto con l’azienda. Cocco: «Favorire una fase di sviluppo e consolidamento dell’impresa e del territorio». Mastrovincenzo: «Necessario un sistema del credito che affianchi le imprese»

Allegion-CISA annuncia licenziamenti, i lavoratori in corteo a Faenza

10403387_10205331577186163_8733968012938048211_n

Un corteo di oltre 2000 persone ha sfilato questa mattina per le strade di Faenza, con tutta la città che si è stretta al fianco dei lavoratori della Allegion-CISA., contro il piano presentato dal nuovo presidente EMEA della Allegion-CISA, multinazionale americana che ha 8500 lavoratori nel mondo di cui 2300 in Europa e 760 in Italia, che prevede la delocalizzazione delle lavorazioni meccaniche e 238 licenziamenti a Faenza e 20 Monsampolo di Ascoli.

Whirpool, c’è l’accordo: nessun licenziamento

images (2)

Nessun stabilimento in Italia sarà chiuso, non ci saranno esuberi strutturali ma solo esodi volontari. Firmato, ieri al Mise, l’ipotesi di accordo quadro Whirlpool tra le parti sociali e il colosso americano.