Archivio tag: Neli Isaj

5 minuti Cisl: Accordo CAF e INPS, revocato blocco Isee – Mostra Migranti

screen 5 min 12 mag 2017

Servizio compilazione ISEE, raggiunta l’intesa tra CAF e l’INPS nazionale. Annullata la sospensione del servizio prevista a partire dal 15 maggio. Le interviste a Paolo Santini, amministratore unico Labor Service Caf Cisl Marche e Fabiola Tarabelli, responsabile area fiscale Caf Cisl Marche. “Migranti, la sfida dell’incontro”. Ad Ancona la mostra e le iniziative per favorire […]

5 Minuti Cisl: Per un nuovo sviluppo tra prossimità e innovazione – Giornata mondiale del rifugiato

Cattura 5 min 24 giugno

Per un nuovo sviluppo tra prossimità e innovazione. Seminario formativo promosso da Cisl Marche a Jesi. Le interviste a Annalisa Magone, Presidente Centro Ricerca Torino Nordovest; Francesco Ramella docente di sociologia economica e dello sviluppo UniTorino e Stefano Mastrovincenzo, Segretario generale Cisl Marche .

Comunità aperte e solidali per un futuro condiviso. Ad Ancona in occasione della giornata mondiale del Rifugiato, la storia di Mohamed giovane somalo, ospite di una famiglia italiana, e l’intervista a Neli Isaj, Anolf Cisl Ancona.

5 Minuti Cisl: Sciopero lavoratori dei servizi – Protetto. Rifugiato a casa mia

WhatsApp-Image-20160506 (10)

#Fuoriservizio, Contratto Adesso. Sciopero nazionale farmacie private, addetti al turismo, mense, pulizie, ecc. Manifestazione regionale ad Ancona . L’intervista a Selena Soleggiati, segretario generale Fisascat Marche, a Fabio Romiti, farmacista, e a Serenella Marchigiani, addetta di un’impresa di pulizie.

Protetto. Rifugiato a Casa Mia. Accoglienza e integrazione in famiglia, l’Anolf aderisce al progetto Caritas. Le interviste a Neli Isaj, Anolf Marche, a Stefania Papa, referente progetto Caritas e al cardinale Edoardo Menichelli.

Anolf Marche partecipa al progetto «Protetto. Rifugiato a casa mia»

immigrati (Small)

Al progetto della Caritas prendono parte anche Anolf e Arcidiocesi di Ancona-Osimo. L’obiettivo è accogliere e integrare giovani con protezione internazionale ospitandoli in casa di famiglie che hanno dato la loro disponibilità