• Home/
  • Federazioni/
  • Industria e agricoltura/
  • FEMCA - CHIMICA, ENERGIA E MODA

FEMCA - CHIMICA, ENERGIA E MODA

Chi siamo

Industria chimica e farmaceutica, aziende petrolifere, gas e acqua, miniere, aziende settori tessili e abbigliamento, concia, pelli e calzature, aziende che producono o lavorano gomma e plastica, ceramica e piastrelle, vetro e lampade e aziende settori affini.

Segretario generale: FRANCIA PIERO
Email: femca.marche@cisl.it
Sede regionale:
Via dell'industria, 17 - 601xx Ancona
Tel: 071 5051
Fax: 071 505207
Email: femca.marche@cisl.it

Ancona

Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-12:00 *
09:00-12:00 *
09:00-12:00 *
09:00-12:00 *
09:00-12:00 *
-
* su appuntamento
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Via Leopardi, 1 - 60041 Sassoferrato
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Via Baldelli, 23 - 60015 Falconara Marittima
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Fratelli Brancondi 24 - 60025 Loreto
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Piazza Mazzini 1 c/o Comune - 60030 Santa Maria Nuova
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento

Ascoli Piceno

Corso Vittorio Emanuele, 37 - 63100 Ascoli Piceno
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-12:30
15:00-18:00
- - -
09:00-12:30
15:00-18:00
-
Piazza Nardone, 23 - 63074 San Benedetto del Tronto
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - - - -
09:00-12:00
Via Roma, 34/a - 63087 Comunanza
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
15:00-18:00 *
- - - - -
* su appuntamento

Fermo

Via Sant'Alessandro, 3 - 63900 Fermo
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-13:00
- - - - -
Via San Francesco, 116 - 63821 Porto Sant'Elpidio
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
-
09:00-12:30 * [Andrea Migliori]
14:00-18:00 * [Andrea Migliori]
09:00-12:30 * [Andrea Migliori]
14:00-18:00 * [Andrea Migliori]
15:30-18:30 [Giuliano Caracini]
09:00-12:30 * [Andrea Migliori]
-
09:00-12:30 [Francesco Interlenghi]
* su appuntamento
Via Gramsci n. 54. - 63813 Monte Urano
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- -
18:00-19:00
- - -
Piane di Montegiorgio VIALE DELLA RESISTENZA 168/D - 63833 Montegiorgio
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - - - -
09:00-12:00
Via Zaccagnini, 128 - 63812 Montegranaro
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
08:30-18:30 *
08:30-18:30 *
08:30-18:30 *
08:30-18:30 *
08:30-18:30 *
-
* su appuntamento

Macerata

Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - - -
09:00-13:00
09:00-12:30
Largo Castelfidardo, 24 - 62012 Civitanova Marche
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-13:00 *
-
09:00-13:00 *
- - -
* su appuntamento

Pesaro Urbino

Montecchio - Via della Libertà, 17 - 61022 Vallefoglia
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - - -
16:00-19:00 [1° venerdì del mese]
-
Via Antimi, 13 - 61023 Macerata Feltria
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - - -
16:00-19:00 [secondo venerdì del mese]
-
Calcinelli Via Guglielmo Marconi, 22 - 61036 Colli al Metauro
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:00 *
09:00-18:00 *
09:00-18:00 *
09:00-18:00 *
09:00-18:00 *
-
* su appuntamento

Le ultime notizie

20/11/2018 Armani: altissima partecipazione al voto per il rinnovo delle Rsu
Altissima partecipazione al voto nel rinnovo della RSU alla Giorgio Armani Operations spa. Nella giornata del 14 novembre 2018, presso lo stabilimento di Matelica, si sono svolte le votazioni al quale ha partecipato oltre l’80% degli aventi diritto. Le delegate uscenti, tutte donne, nel corso del loro mandato in rappresentanza dei dipendenti (in netta maggioranza sono donne), hanno svolto il loro ruolo sindacale arrivando anche al rinnovo del contratto integrativo aziendale.  A dimostrazione del buon lavoro svolto, la consultazione ha visto riconfermate tutte le delegate uscenti che in questa occasione si erano ricandidate insieme ad altre colleghe. Presso lo stabilimento di Matelica, che oggi produce capispalla per la linea Armani, si registra un buon tasso di sindacalizzazione: da sempre, le maestranze hanno capito l’importanza e scelto di dotarsi di una rappresentanza eletta democraticamente.  Le organizzazioni sindacali FILCTEM CGIL, FEMCA CISL e UILTEC UIL, augurando un buon lavoro alla neo eletta RSU, esprimono soddisfazione per l’alta partecipazione al voto i cui dati finali restano infatti sostanzialmente invariati rispetto a tre anni fa. Inizia ora un nuovo mandato che vedrà la RSU impegnata insieme all’azienda a ricercare le ottimali condizioni di lavoro e migliorare le retribuzioni.  
Continua a leggere
18/10/2018 Fagerhult iGuzzini, per la Femca Cisl Marche è opportuno guardare lontano.
Una lettera di intenti che avvia un percorso ... La conferma dei vertici aziendali rappresenta sicuramente la base del nostro ragionamento. Le O.S. hanno già chiesto un incontro unitario Femca Cisl - Filctem Cgil - Ugl alla direzione aziendale. La posizione come Femca è quella di analizzare i dati in nostro possesso, acquisirne di nuovi, ed avviare un confronto con il management aziendale al più presto, per poter relazionare immediatamente ai dipendenti tramite assemblee sindacali e la vicinanza garantita dalle rappresentanze sindacali alle quali va tutto il nostro supporto. Un'azienda che vuol creare valore aggiunto non può trascurare le legittime e comprensibili preoccupazioni dei lavoratori: per questo è importante che chiarisca quali sono le garanzie di mantenimento dei livelli occupazionali ed i piani di sviluppo industriali. Ad oggi è utile sottolineare che parliamo di un'azienda (iGuzzini) che ha chiuso gli anni 2015, 2016 con utili e crescita nelle vendite, ed un 2017 che la vede tra le prime aziende delle Marche, come anche riconosciuto dalla Fondazione Merloni. Sarà un impegno congiunto quello di trasformare la lettera di intenti in un percorso, finalizzato ad attrarre capitali, know-how, e sviluppo delle vendite in mercati attualmente non coperti. L'occupazione e la produzione nel territorio di Recanati rimane la pietra angolare per il proseguo delle relazioni industriali in essere.  
Continua a leggere
15/09/2018 Calzatura: Cessano aziende storiche, urge politiche di filiera, “made in”, ammortizzatori sociali.
Il distretto Fermano-Maceratese ha da sempre sopperito da solo alle esigenze del mercato e della clientela, con la propria capacità di adattamento e di inventiva, grazie ad imprenditori ed artigiani, lavoratrici e lavoratori noti per la propria artigianalità e disponibilità. Temiamo che il 2018 ed il 2019 ci mettano difronte ai limiti di un distretto (soprattutto nel territorio Fermano) che ha bisogno di evolversi come “soggetto”, un'evoluzione fatta di visione imprenditoriale, ruolo della politica, apporto degli attori sociali tra i quali ovviamente anche il sindacato.   «È da un po che sta suonando un campanello d'allarme, il problema vero è che non ci sono mai state politiche attive. O meglio, sono rimaste solo sulla carta». È questo uno dei gridi d'allarme, una delle richieste reali che la Femca Cisl Marche pone all'attenzione della politica Marchigiana e Nazionale. «Stanno iniziando a precipitare contesti produttivi che, sino a ieri, erano di altissima qualità. Anche diverse aziende che producono calzature di fascia alta stanno accusando dei colpi terribili. In un contesto così cupo, si aggiunge un altro dramma, l'esaurimento degli ammortizzatori sociali: «questa è un'ulteriore mazzata per le aziende che volevano cercare quanto meno di riorganizzarsi, oltre che per i lavoratori che non hanno più una copertura adeguata». A dimostrazione che riforme sul lavoro fatte a colpi di maggioranza, senza il coinvolgimento delle OO.SS. si dimostrano anacronistiche poiché decontestualizzate dalla vera realtà produttiva. Si auspica un ripristino del contratto di solidarietà alla sua vera natura di ammortizzatore sociale alternativo ai licenziamenti, strumento che se ben usato ha permesso di evitare numerosissime chiusure aziendali, grazie ad una riorganizzazione sia della cultura imprenditoriale d'impresa sia dei diretti dipendenti, frutto di un lavoro sinergico tra azienda ed organizzazione sindacale. Né va dimenticata la questione dell'indotto: «quando chiude una grande azienda, c'è un universo di terzisti che da mesi stanno già vivendo delle difficoltà». A dimostrazione dell'urgenza di politiche di filiera ancora in uno stato troppo embrionale rispetto al ritmo tambureggiante di una crisi che avanza sul nostro contesto produttivo. «Infine, ci sono alcune aziende che stanno giocando sulle spalle dei lavoratori: portando il lavoro fuori Italia, passando attraverso chiusure, per poi riaprire sotto forma di attività commerciali». Su questo la Femca Cisl Marche sta facendo quanto possibile, anche ribadendo il proprio impegno su tutte le sedi istituzionali, affinché si difenda il lavoro. Siamo in un'area quasi esclusivamente monosettoriale, il lavoro va difeso, e per farle urge tutelare le aziende che decidono di lavorare in loco, legittimandole ad usare un “Made in” che realmente rappresenti la tutela del consumatore, troppe volte ingannato da un “made in italy” non sempre garanzia di 100% fatto in Italia.  
Continua a leggere
21/07/2018 Firmata l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL dell’industria Chimica-Farmaceutica
Il 19 luglio 2018 a Roma è stata raggiunta l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL Chimico, in anticipo di sei mesi dalla sua naturale scadenza, l’accordo definisce 130 euro di aumento economico complessivo, 97 sui minimi contrattuali, alla categoria D1 suddiviso in quattro tranche:30 euro a gennaio 201927 euro a gennaio 202024 euro a luglio 202116 euro a giugno 2022 Il contratto avrà decorrenza dal 1 gennaio 2019 a 1uglio 2022. Si riconferma l’Elemento Distinto della Retribuzione (EDR) che continuerà ad essere erogato in busta paga nella quota di 22 euro dal mese corrente che diventeranno 31 euro a partire da gennaio 2019.Viene inoltre aumentato di 1 euro, a partire da aprile 2019, l’importo in cifra fissa per le prestazioni in turno notturno che diventa quindi di 13,5 euro. Sul Welfare si riconferma la centralità dei fondi contrattuali per i quali l’obiettivo sarà il consolidamento attraverso la destinazione a carico delle imprese dello 0.1% della retribuzione utile per il TFR che ammonta a 2,5 euro e 1 euro a carico dei lavoratori iscritti. Confermato inoltre, e introdotto come terzo fondo contrattuale il Fondo Bilaterale di Solidarietà T.R.I.S. (Tutele, Riqualificazione, Innovazione, Sostegno), previsto dall’Osservatorio nazionale sul contratto, per favorire e gestire gli effetti dell’innovazione, la convivenza generazionale e l’accompagnamento dei lavoratori più anziani alla pensione. L’innovazione e la forte centralità della contrattazione aziendale sono il carattere distintivo di questa intesa che introduce interessanti novità per le relazioni industriali come la facoltà di convertire quote di risorse economiche in riduzioni dell’orario di lavoro, che favoriscano la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, tema che viene ripreso anche per la così detta “Convivenza Generazionale” per la quale si potranno differenziare le prestazioni lavorative o flessibilizzando ad esempio la durata dei turni o introducendo posizioni di lavoro part time tra lavoratori più anziani e giovani.L’accordo attribuisce grande importanza alla sensibilizzazione verso una cultura del rispetto delle diversità, della prevenzione di abusi e violenze di genere nelle aziende, attraverso gli strumenti propri della contrattazione. In quest’ottica, viene prevista anche la costituzione di Osservatori tecnici aziendali per favorire l’inclusione e contrastare la discriminazione dei lavoratori con disabilità.La Formazione come sempre ricopre un ruolo preminente nel contratto favorendo i percorsi di riconversione e riqualificazione dei lavoratori senior o che siano stati coinvolti in processi di ristrutturazione aziendali, introducendo come elemento obbligatorio la certificazione delle competenze e dei contenuti professionali, spendibile all’interno di tutte le aziende del settore.Polivalenza e polifunzionalità, lavoro agile sono i temi principali affidati alla contrattazione che, a partire dall’analisi dei fabbisogni formativi aziendali e settoriali, porterà alla condivisione dei piani formativi affidando alla figura rafforzata del Delegato alla Formazione, che potrà essere individuato anche in lavoratori non appartenenti alla RSU, un ruolo fondamentale, per il quale usufruirà di permessi aggiuntivi per l’esercizio delle sue funzioni previsti dalla contrattazione. Su Salute Sicurezza Ambiente viene istituito il libretto formativo per gli RLSSA che mira ad uno sviluppo di migliori competenze ed un maggior coinvolgimento nei processi aziendali e di valutazione dell’intero sistema Salute Sicurezza Ambiente, dove sarà previsto il coordinamento di tutti gli RLSSA delle aziende di sito produttivo.In merito al capitolo diritti e politiche famigliari, viene introdotta anche la possibilità di fruire dei congedi parentali ad ore. Inoltre, si aumentano i giorni di permessi non retribuiti per malattia del figlio tra i 3 e gli 8 anni, passando da 5 a 6 giorni. Per i lavoratori in aspettativa per i quali non è prevista la retribuzione le aziende continueranno a versare la quota Faschim corrispondente in modo da non perdere le tutele sanitarie in particolari momenti di difficoltà. Spazio, poi, al confronto su specifiche tematiche attraverso la costituzione, tra gli altri, dell’Osservatorio Nazionale della Farmaceutica, che si occuperà di gestire i profondi cambiamenti che hanno investito il settore farmaceutico, l’informazione scientifica e di valorizzare il ruolo strategico e centrale degli ISF.Ultimo ma non meno importante, il testo del contratto sarà finalmente accessibile per tutti i lavoratori anche in formato digitale.Ora la parola ai lavoratori che esprimeranno il loro giudizio nelle assemblee in tutte le aziende che si terranno fino al 30 settembre 2018. facebook e twitter @femcacislmarche
Continua a leggere
16/07/2018 Ascoli Piceno: firmato il premio di risultato alla Pfizer
Il giorno 6 luglio 2018 è stato sottoscritto il verbale di accordo per il premio di partecipazione anni 2018 e 2019 tra l'azienda Pfizer di Ascoli Piceno e Femca Cisl - Filctem Cgil - Uiltec Uil. L'importo economico stabilito come "Target" per l'anno 2018 è di euro 1710, di euro 1750 per il 2019. Il P.D.P. individuale potrá essere incrementato del 10% ai lavoratori che decideranno di destinare ai servizi di Welfare un importo pari o superiore del 50% del premio spettante. Per il personale notturno il P.D.P. individuale sarà incrementato del 20% per coloro che garantiranno almeno 6 settimane di turno notturno (30gg di lavoro effettivo), 30% per coloro che operano regolarmente su ciclo continuo di 3 turni e garantiranno almeno 10 settimane di turno notturno ( 50gg di lavoro effettivo). La Femca Cisl Marche esprime la sua soddisfazione per aver colto le opportunità di crescita e miglioramento produttivo, occupazionale e di sicurezza sul lavoro. Traguardi raggiungibili solo tramite relazioni industriali serie e finalizzate al raggiungimento di obiettivi chiari e condivisi, in un percorso che ci vedrà agenti negoziali nel quotidiano.La positività dell'accordo è stata condivisa dall'assemblea delle lavoratrici e lavoratori tenutasi Venerdì 13.07.18.
Continua a leggere
11/07/2018 Ccnl chimico farmaceutico: avvio negoziato per il rinnovo
Le assemblee dei lavoratori, svolte nelle scorse settimane, hanno approvato largamente la piattaforma presentata da Femca-Filctem-Uiltec. Le mozioni presentate colgono spazi di approfondimento appropriate e necessarie. Larga la partecipazione nell'assemblea nazionale, approfondito il dibattito. La partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori è sempre più necessaria in un contratto pilota sia nel metodo (definito ex-ante), sia nel livello delle relazioni industriali e rimandi alla contrattazione integrativa. Oggi, con sei mesi di anticipo rispetto alla scadenza contrattuale (31.12.2018) si sta definendo la piattaforma da presentare domani, giovedì 12 luglio, a Federchimica e Farmindustria.
Continua a leggere
26/06/2018 Elezioni energia-moda-chimica ... la Femca c'è!
Sono state due settimane bollenti, elezioni di Rsu, elezioni nel fondo gas-acqua Pegaso. Il protagonismo attivo dei rappresentanti sindacali Femca Cisl Marche è stato emblematico, così come i risultati.Primo sindacato nel CIIP - consorzio idrico del Piceno - comparto energia;Primo sindacato alla Tech-it di Osimo - comparto chimico;Primo sindacato alla Pigini (Gruppo Gucci) Villa Musone - Recanati - comparto moda;Secondo sindacato alla iGuzzini spa - comparto chimico;Primo sindacato nelle elezioni sul fondo pensione complementare per i dipendenti delle imprese di servizi di pubblica utilità Pegaso - comparto energia.Questi risultati rivestono maggior valore visto l'impegno dei delegati presenti nelle varie realtà, il loro protagonismo diretto, le idee messe in campo nel quotidiano, senza populismi, ma fatte di ascolto e soluzione dei problemi, hanno permesso di portare la politica di vicinanza e passione propria della Femca al servizio delle lavoratrici e dei lavoratori.A coloro che ci hanno votato, ed ai diretti protagonisti, delegati ed operatori sindacali, il plauso per questi eccellenti risultati. L'impegno del gruppo dirigente Femca Marche sarà sempre più mirato a formare i propri rappresentanti, per far si che il protagonismo sia reale e non solo una mera propaganda.
Continua a leggere
13/06/2018 Alma spa di Montecosaro: il liquidatore non paga gli stipendi correnti, doccia fredda per i 64 lavoratori.
Questa mattina, una delegazione sindacale composta da David Ballini della FEMCA CISL Marche, da Vincenzo D’Alessandro della FILCTEM CGIL di Macerata, dalla RSU aziendale e da alcuni loro colleghi, è stata ricevuta dal Giudice Delegato Tiziana Tinessa presso il tribunale di Macerata. Le Organizzazioni Sindacali, hanno consegnato al giudice un’istanza con allegate le firme di tutti i lavoratori che ad oggi, 13.06.2018 vantano 3 mensilità non pagate. E’ stata richiesta l’autorizzazione al pagamento delle retribuzioni correnti, ovvero quelle maturate dopo la presentazione del concordato preventivo che la società ha depositato lo scorso 2 maggio, anche perché trattasi, di crediti privilegiati. La delegazione ha rappresentato, direttamente al giudice, le notevoli difficoltà che stanno vivendo le famiglie dei colleghi lavoratori che sono incappate nella crisi di quest’azienda che a breve, decreterà purtroppo la perdita del posto di lavoro, ma nell’immediato l’impossibilità di far fronte agli impegni di spesa (mutui, bollette e scadenze varie) e di sussistenza alimentare delle stesse famiglie.
Continua a leggere
08/06/2018 Artigianato nel Fermano: politiche per il settore
 La possibilità per un azienda artigiana di ricorrere agli ammortizzatori è oggi fondamentale. Non come pratica assistenziale, ma come strumento per superare le fasi fisiologiche di calo produttivo e la confusione nella quale versa il settore. I tre mesi di sospensione nel biennio mobile previsti dal fondo FSBA non sono sufficienti. Va nella giusta direzione la proposta inserita nel rinnovo del CCNL che da come indicazione quella di estendere tra 3 a 5 mesi il periodo di sospensione per il settore moda. Il 2018 rappresenta un anno di ulteriore difficoltà per le attività artigiane ed i lavoratori, difficoltà che non accettiamo diventino elemento di selezione. Ecco perchè le politiche che la Femca Cisl Marche, insieme alle altre OO.SS., saranno principalmente rivolte a: Riconoscimento dell’area di crisi complessa nella provincia di Fermo; Accordo territoriale volto a sbloccare fondi residui regionali per sostenere le aziende (ammortizzatori); Contrattazione integrativa sul CCRL moda.   IN ALLEGATO IL REPORT DELLA FEMCA SULL'ARTIGIANATO NELLA PROVINCIA DI FERMO      
Continua a leggere
23/05/2018 Sanimoda e Previmoda: assemblee nelle aziende tessili della Provincia di Ancona
Lunedì 21 e martedì 22 Maggio i Direttori del Welfare Moda (Gianmario Casati per SANIMODA e Fabio Cappuccio per PREVIMODA) hanno incontrato le lavoratrici e i lavoratori delle aziende più rappresentative del comparto Tessile nella provincia di Ancona per illustrare i Fondi Integrativi e per darne gli ultimi importanti aggiornamenti.  Le aziende coinvolte sono state la Lardini, la Maat, ed i tre stabilimenti produttivi della Canali, tutte nel distretto industriale di Filottrano, dove l'interesse e la partecipazione dei lavoratori sono stati massimi, con richieste di approfondimenti soprattutto sul nuovo Fondo integrativo sanitario SANIMODA. Il materiale informativo a disposizione (volantini, miniguide e cartelloni) è già disponibile e sarà distribuito a cura dei dirigenti sindacali nei vari territori di riferimento. Nei prossimi giorni saranno disponibili anche le slide informative utilizzabili con pc e tablet.
Continua a leggere