• Home/
  • Federazioni/
  • Industria e agricoltura/
  • FEMCA - CHIMICA, ENERGIA E MODA

FEMCA - CHIMICA, ENERGIA E MODA

Chi siamo

Industria chimica e farmaceutica, aziende petrolifere, gas e acqua, miniere, aziende settori tessili e abbigliamento, concia, pelli e calzature, aziende che producono o lavorano gomma e plastica, ceramica e piastrelle, vetro e lampade e aziende settori affini.

Segretario generale: FRANCIA PIERO
Email: femca.marche@cisl.it
Sede regionale:
Via dell'industria, 17 - 601xx Ancona
Tel: 071 5051
Fax: 071 505207
Email: femca.marche@cisl.it

Ancona

Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-12:00 *
09:00-12:00 *
09:00-12:00 *
09:00-12:00 *
09:00-12:00 *
-
* su appuntamento
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Via Leopardi, 1 - 60041 Sassoferrato
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Via Baldelli, 23 - 60015 Falconara Marittima
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Fratelli Brancondi 24 - 60025 Loreto
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento
Piazza Mazzini 1 c/o Comune - 60030 Santa Maria Nuova
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
09:00-18:30 *
-
* su appuntamento

Ascoli Piceno

Corso Vittorio Emanuele, 37 - 63100 Ascoli Piceno
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-12:30
15:00-18:00
- - -
09:00-12:30
15:00-18:00
-
Piazza Nardone, 23 - 63074 San Benedetto del Tronto
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - - - -
09:00-12:00
Via Roma, 34/a - 63087 Comunanza
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
15:00-18:00 *
- - - - -
* su appuntamento

Fermo

Via Sant'Alessandro, 3 - 63900 Fermo
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-13:00
- - - - -
Via San Francesco, 116 - 63821 Porto Sant'Elpidio
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
-
09:00-12:30 * [Andrea Migliori]
14:00-18:00 * [Andrea Migliori]
09:00-12:30 * [Andrea Migliori]
14:00-18:00 * [Andrea Migliori]
15:30-18:30 [Giuliano Caracini]
09:00-12:30 * [Andrea Migliori]
-
09:00-12:30 [Francesco Interlenghi]
* su appuntamento
Via Gramsci n. 54 - 63813 Monte Urano
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- -
18:00-19:00
- - -
Piane di Montegiorgio Viale della Resistenza 168/D - 63833 Montegiorgio
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - - - -
09:00-12:00
Via Zaccagnini, 128 - 63812 Montegranaro
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
08:30-18:30 *
08:30-18:30 *
08:30-18:30 *
08:30-18:30 *
08:30-18:30 *
-
* su appuntamento

Macerata

Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - - -
09:00-13:00
09:00-12:30
Largo Castelfidardo, 24 - 62012 Civitanova Marche
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-13:00 *
-
09:00-13:00 *
- - -
* su appuntamento

Pesaro Urbino

Via Nazionale 112/h, Bottega - 61022 Vallefoglia
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - - -
16:00-19:00 [1° venerdì del mese]
-
Via Antimi, 13 - 61023 Macerata Feltria
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - - -
16:00-19:00 [secondo venerdì del mese]
-
CALCINELLI Via Guglielmo Marconi, 22 - 61036 Colli al Metauro
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-18:00 *
09:00-18:00 *
09:00-18:00 *
09:00-18:00 *
09:00-18:00 *
-
* su appuntamento

Le ultime notizie

05/03/2019 Incidente mortale sulla piattaforma Barbara F: i sindacati esprimono solidarietà alle famiglie dei lavoratori e chiedono sicurezza in tutti i luoghi di lavoro
Questa mattina si è verificato un incidente mortale con due feriti sulla piattaforma Barbara F, di proprietà Eni, a circa 60 km dalle coste di Ancona. Esprimiamo vicinanza e solidarietà alle famiglie dei lavoratori coinvolti nell'incidente, augurando ai feriti una pronta guarigione. È un incidente grave le cui cause dovranno essere accertate con la massima celerità definendo le relative responsabilità: in tal senso, esprimiamo la massima fiducia nei confronti della magistratura che si sta occupando del caso. Questo nuovo sacrificio umano si va a sommare alle 1.133 vittime sui luoghi di lavoro dell'anno 2018. Troppo spesso vediamo, al di là dello specifico caso, che i temi della sicurezza sono tanto ricordati quanto poco oggetto di applicazione. Chiediamo, dunque, con forza che venga garantita la sicurezza in tutti i luoghi di lavoro, per quanto particolari e difficili possano essere: anche in quelli più impervi come quello accaduto oggi, in mare aperto.   Ancona 05/03/2019     CGIL ANCONA               FILCTEM ANCONA CISL ANCONA                FEMCA MARCHE UIL MARCHE                  UILTEC MARCHE  
Continua a leggere
04/03/2019 Elezione Rsu SAIPEM S.P.A. Fano: Femca Cisl primo sindacato
Persone. Passione. Serietà, Fiducia.Questa è la ricetta che ha portato la Femca Cisl a diventare la prima sigla sindacale a valle delle ultime elezioni per il rinnovo delle RSU nella sede fanese della SAIPEM S.P.A., multinazionale dell'Oil & Gas.205 voti su 552 votanti, 5 RSU eletti (dei quali 2 RLSA): questi i numeri frutto di un grande lavoro di tutta la squadra. “Rendere fieri i colleghi e le colleghe che ci hanno dato fiducia e lavorare in modo costruttivo con tutte le controparti per il bene del centro di Fano”. Questi sono alcuni degli obiettivi dei 5 RSU FEMCA CISL per i prossimi tre anni.Far parte di una grande organizzazione sindacale come la Femca Cisl consentirà loro di potersi formare ed esprimere al massimo delle potenzialità, rendendoli pienamente coscienti della responsabilità e importanza che questo ruolo assume in una società complessa ed articolata come la Saipem. “Traguardare tutto quanto prefissato non sarà facile, ma siamo tenaci e faremo di tutto affinché avvenga”.  
Continua a leggere
28/01/2019 Roma, 28 gennaio 2019: Presentazione della piattaforma CCNL ENERGIA & PETROLIO
Presentazione della piattaforma CCNL ENERGIA & PETROLIO. Inizia la contrattazione del settore, il cui contratto è scaduto in data 31.12.2018.Questi i punti cardine: - politiche retributive (Tec 150€ - Tem 110€);- corrette applicazioni del CREA;- rafforzamento delle normative su salute e sicurezza;- consolidamento del welfare.Il tutto mentre ci sono scelte politiche nazionali, relativamente alle politiche energetiche "Sbagliate e controproducenti": bolliamo così l'accordo raggiunto dalla maggioranza sul tema delle trivellazioni. "18 mesi di moratoria, che possono diventare addirittura 24, e canoni più alti di 25 volte, tradurranno inevitabilmente in una crisi del settore, che è strategico per il Paese e per il suo bilancio energetico. Inoltre ci preoccupa seriamente il futuro dei 15 mila addetti, tanti sono i lavoratori diretti e dell'indotto delle trivellazioni, e che coinvolgono regioni importanti quali la Emilia Romagna, le Marche e giù fino alla Sicilia".
Continua a leggere
02/01/2019 CCNL Chimico - Farmaceutico: dal I° gennaio 2019 un contratto all'avanguardia
E' entrato in vigore il nuovo CCNL industria Chimico - Farmaceutico. Le aziende dovranno aggiornare i trattamenti economici minimi ed i trattamenti economici complessivi, sta alle lavoratrici ed ai lavoratori monitorare con noi l'applicazione di tale novità economiche e normative. In allegato troverai le nuove tabelle retributive ed un'infografica che ti illustrerà in pochissimi minuti novità ed opportunità in termine di diritti tempo vita-lavoro-sicurezza-formazione. Prossima tappa ... 1° Aprile 2019 con l'aumento dell'indennità di turno. Leggi i file allegati, troverai importanti informazioni.
Continua a leggere
17/12/2018 Riforma del settore acqua luce gas: Flaei e Femca invitano i lavoratori a partecipare allo sciopero
Il Direttivo FLAEI CISL, riunitosi sabato 15 dicembre a Castelfidardo, ha espresso la massima preoccupazione per il futuro di 70000 posti di lavoro nei comparti gas acqua ed elettrico. Per questo, unitamente a FEMCA, invitiamo tutti i lavoratori ad aderire allo sciopero dell’intera giornata lavorativa a sostegno della manifestazione che si svolgerà oggi a Roma, in piazza di Montecitorio, di fronte al Parlamento, dalle 10 alle 13. La preoccupazione nasce dall’art. 177, comma 1 del “Codice degli appalti” la cui applicazione trasformerebbe in un sol colpo in piccole e medie società appaltatrici tutte le società dei settori, dequalificando servizi essenziali per tutte le comunità, negando la possibilità di poter fare quegli investimenti necessari a modernizzare le infrastrutture energetiche e con un abbassamento generale dei livelli di sicurezza. I lavoratori dei comparti gas acqua ed elettrico esprimono la massima preoccupazione anche per la riforma del servizio idrico integrato, di cui al PdL presentato dall’ On. Federica Daga. e dall’esclusione della geotermia convenzionale dalle fonti di energia rinnovabili.
Continua a leggere
14/12/2018 Consiglio generale Femca Cisl Marche
Delegati formati ed informati, pronti all'ascolto, capaci di dare risposte e portare esperienze. La persona al centro del nostro agire, dalle esperienze delle municipalizzate alle esperienze degli ammortizzatori sociali vissuti come opportunità di formazione volta a proporre possibilità di crescita ed in alcuni casi di sopravvivenza occupazionale. La formazione di alto livello con il docente Luigi Lama del centro studi di Firenze, volto a guidare più di cento delegati nella vita sindacale partendo da concetti quali: costituzione italiana, sindacato e lavoro. L'esperienza di vita di ogni delegato sindale che ambisce a farne una forza da mettere a disposizione delle persone. Negli allegati anche i bonus economici a sostegno della genitorialità.
Continua a leggere
24/11/2018 Artisans Shoes (Prada): dall'integrativo, alla fusione, eccellente risultato Cisl alle elezioni RSU
Con un mandato netto di 120 preferenze su 193 votanti, la lista Femca Cisl ha conquistato 4 compontenti Rsu sui 6 eleggibili. Un lavoro di sinergia, coinvolgimento e tanto tanto ascolto delle esigenze dei lavoratori, che ha portato a compimento un percorso di crescita e programmazione, svolto sempre con correttezza e supporto nei confronti delle Rsu uscenti alle quali va il nostro plauso per l'impegno profuso. Nella nota azienda di moda consociata di Prada, quello della RSU è un ruolo importante, un perno del dialogo tra lavoratori e Azienda che nel corso del tempo ha portato importanti risultati nella contrattazione di 2° livello. La scorsa primavera è stato infatti siglato il rinnovo del contratto di sito che prevede per la prima volta per dipendenti di Montegranaro l’accesso ad un premio economico fisso che a regime rappresenterà per i lavoratori una mensilità aggiuntiva annuale e armonizzando a livello normativo la sede marchigiana, polo capofila della produzione delle calzature da uomo del marchio, agli altri stabilimenti Prada in Italia. Rimane inoltre presente l’incentivo variabile, legato al raggiungimento di obiettivi fissati dall’azienda in termini di produttività, presenza individuale, puntualità nelle consegne, miglioramento della qualità e della redditività del gruppo. Il contratto integrativo prevede un insieme di norme sulla flessibilità degli orari, per i permessi aziendali e per la gestione delle esigenze specifiche del sito produttivo nonché una apertura importante nell’ottica della contrattazione di filiera. Dal mese di Giugno 2018 è stato attivato il servizio mensa, un notevole traguardo che nella realtà del territorio rappresenta un esempio di impegno da parte dell’Azienda al fine di conciliare maggiormente i tempi di vita e lavoro dei lavoratori e lavoratrici. Sarà nostro compito proseguire nell'opera di ascolto, raccordo e progettazione, per far in modo di rappresentare al meglio le esigenze delle lavoratrici e lavoratori. Vi ringraziamo immensamente per la fiducia accordataci.  
Continua a leggere
20/11/2018 Armani: altissima partecipazione al voto per il rinnovo delle Rsu
Altissima partecipazione al voto nel rinnovo della RSU alla Giorgio Armani Operations spa. Nella giornata del 14 novembre 2018, presso lo stabilimento di Matelica, si sono svolte le votazioni al quale ha partecipato oltre l’80% degli aventi diritto. Le delegate uscenti, tutte donne, nel corso del loro mandato in rappresentanza dei dipendenti (in netta maggioranza sono donne), hanno svolto il loro ruolo sindacale arrivando anche al rinnovo del contratto integrativo aziendale.  A dimostrazione del buon lavoro svolto, la consultazione ha visto riconfermate tutte le delegate uscenti che in questa occasione si erano ricandidate insieme ad altre colleghe. Presso lo stabilimento di Matelica, che oggi produce capispalla per la linea Armani, si registra un buon tasso di sindacalizzazione: da sempre, le maestranze hanno capito l’importanza e scelto di dotarsi di una rappresentanza eletta democraticamente.  Le organizzazioni sindacali FILCTEM CGIL, FEMCA CISL e UILTEC UIL, augurando un buon lavoro alla neo eletta RSU, esprimono soddisfazione per l’alta partecipazione al voto i cui dati finali restano infatti sostanzialmente invariati rispetto a tre anni fa. Inizia ora un nuovo mandato che vedrà la RSU impegnata insieme all’azienda a ricercare le ottimali condizioni di lavoro e migliorare le retribuzioni.  
Continua a leggere
18/10/2018 Fagerhult iGuzzini, per la Femca Cisl Marche è opportuno guardare lontano.
Una lettera di intenti che avvia un percorso ... La conferma dei vertici aziendali rappresenta sicuramente la base del nostro ragionamento. Le O.S. hanno già chiesto un incontro unitario Femca Cisl - Filctem Cgil - Ugl alla direzione aziendale. La posizione come Femca è quella di analizzare i dati in nostro possesso, acquisirne di nuovi, ed avviare un confronto con il management aziendale al più presto, per poter relazionare immediatamente ai dipendenti tramite assemblee sindacali e la vicinanza garantita dalle rappresentanze sindacali alle quali va tutto il nostro supporto. Un'azienda che vuol creare valore aggiunto non può trascurare le legittime e comprensibili preoccupazioni dei lavoratori: per questo è importante che chiarisca quali sono le garanzie di mantenimento dei livelli occupazionali ed i piani di sviluppo industriali. Ad oggi è utile sottolineare che parliamo di un'azienda (iGuzzini) che ha chiuso gli anni 2015, 2016 con utili e crescita nelle vendite, ed un 2017 che la vede tra le prime aziende delle Marche, come anche riconosciuto dalla Fondazione Merloni. Sarà un impegno congiunto quello di trasformare la lettera di intenti in un percorso, finalizzato ad attrarre capitali, know-how, e sviluppo delle vendite in mercati attualmente non coperti. L'occupazione e la produzione nel territorio di Recanati rimane la pietra angolare per il proseguo delle relazioni industriali in essere.  
Continua a leggere
15/09/2018 Calzatura: Cessano aziende storiche, urge politiche di filiera, “made in”, ammortizzatori sociali.
Il distretto Fermano-Maceratese ha da sempre sopperito da solo alle esigenze del mercato e della clientela, con la propria capacità di adattamento e di inventiva, grazie ad imprenditori ed artigiani, lavoratrici e lavoratori noti per la propria artigianalità e disponibilità. Temiamo che il 2018 ed il 2019 ci mettano difronte ai limiti di un distretto (soprattutto nel territorio Fermano) che ha bisogno di evolversi come “soggetto”, un'evoluzione fatta di visione imprenditoriale, ruolo della politica, apporto degli attori sociali tra i quali ovviamente anche il sindacato.   «È da un po che sta suonando un campanello d'allarme, il problema vero è che non ci sono mai state politiche attive. O meglio, sono rimaste solo sulla carta». È questo uno dei gridi d'allarme, una delle richieste reali che la Femca Cisl Marche pone all'attenzione della politica Marchigiana e Nazionale. «Stanno iniziando a precipitare contesti produttivi che, sino a ieri, erano di altissima qualità. Anche diverse aziende che producono calzature di fascia alta stanno accusando dei colpi terribili. In un contesto così cupo, si aggiunge un altro dramma, l'esaurimento degli ammortizzatori sociali: «questa è un'ulteriore mazzata per le aziende che volevano cercare quanto meno di riorganizzarsi, oltre che per i lavoratori che non hanno più una copertura adeguata». A dimostrazione che riforme sul lavoro fatte a colpi di maggioranza, senza il coinvolgimento delle OO.SS. si dimostrano anacronistiche poiché decontestualizzate dalla vera realtà produttiva. Si auspica un ripristino del contratto di solidarietà alla sua vera natura di ammortizzatore sociale alternativo ai licenziamenti, strumento che se ben usato ha permesso di evitare numerosissime chiusure aziendali, grazie ad una riorganizzazione sia della cultura imprenditoriale d'impresa sia dei diretti dipendenti, frutto di un lavoro sinergico tra azienda ed organizzazione sindacale. Né va dimenticata la questione dell'indotto: «quando chiude una grande azienda, c'è un universo di terzisti che da mesi stanno già vivendo delle difficoltà». A dimostrazione dell'urgenza di politiche di filiera ancora in uno stato troppo embrionale rispetto al ritmo tambureggiante di una crisi che avanza sul nostro contesto produttivo. «Infine, ci sono alcune aziende che stanno giocando sulle spalle dei lavoratori: portando il lavoro fuori Italia, passando attraverso chiusure, per poi riaprire sotto forma di attività commerciali». Su questo la Femca Cisl Marche sta facendo quanto possibile, anche ribadendo il proprio impegno su tutte le sedi istituzionali, affinché si difenda il lavoro. Siamo in un'area quasi esclusivamente monosettoriale, il lavoro va difeso, e per farle urge tutelare le aziende che decidono di lavorare in loco, legittimandole ad usare un “Made in” che realmente rappresenti la tutela del consumatore, troppe volte ingannato da un “made in italy” non sempre garanzia di 100% fatto in Italia.  
Continua a leggere