• Home/
  • Servizi ed associazioni/
  • Associazioni/
  • ISCOS - ISTITUTO SINDACALE PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO

ISCOS - ISTITUTO SINDACALE PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO

Chi siamo

Iscos Marche è l’organismo di cooperazione internazionale della CISL Marche

Aiutiamo i lavoratori più poveri del mondo;
facciamo campagne per i diritti umani e del lavoro;
promuoviamo lo sviluppo locale, la salute, la democrazia,
sostenendo i sindacati, realizzando incontri pubblici ed iniziative sui media, attraverso la creazione di imprese, la fornitura di materiali, attrezzature, microcredito.
 
L’ISCOS Marche Onlus è un’articolazione regionale dell’ISCOS – Istituto Sindacale di Cooperazione allo Sviluppo.
Operativo dal 1 gennaio 1994, ISCOS Marche si è costituito formalmente il 15 luglio 1998.
Dalla sua attivazione, l’ISCOS Marche ha completato o ha in corso di realizzazione iniziative di cooperazione internazionale in 16 paesi del mondo.
Ad oggi abbiamo progetti attivi in Marocco ed Etiopia.

Sito web: http:\\iscosmarche.it
Sede regionale:
Via dell'industria, 17 - 601xx Ancona
Tel: 071 5051
Fax: 071 505207

Le ultime notizie

17/10/2018 Nuove comunità: blockchain per l'inserimento lavorativo
Parte ad Ancona il progetto per sviluppare una piattaforma basata su blockchain per l'inserimento lavorativo di rifugiati, richiedenti asilo ed immigrati.Un ampio gruppo di soggetti pubblici e del privato sociale, con un'iniziativa finanziata dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e dalla Regione Marche, metterà alla prova la tecnologia blockchain in un'applicazione pratica rivolta al territorio regionale. Nei prossimi mesi si svolgerà l'analisi della situazione esistente e il design delle prime versioni dell'applicazione. Si formeranno gli operatori delle associazioni e delle cooperative interessate, per dare vita a dei cicli di sperimentazione e miglioramento successivo dell'applicazione.L'obiettivo è creare uno strumento che, al di là del termine del progetto, faccia da collante tra i soggetti alla ricerca di lavoro, gli enti dell'accoglienza, gli enti di formazione e certificazione delle competenze, gli enti di collocamento e le imprese. La strategia a lungo termine è di ampliare la proposta ad altre categorie di destinatari, fino a raggiungere la massima platea possibile, e aumentare i servizi che possono essere erogati tramite la piattaforma: il riconoscimento della formazione, l'erogazione di buoni per l'acquisto di formazione o altri beni o servizi, il servizio di recruiting per le aziende.La metodologia blockchain è basata su una comunità di utenti che ne condividono i criteri di base e le regole; è distribuita, ovvero non risiede unicamente su un server centrale ma su tutti i computer dei partecipanti collegati in rete. È facilmente estendibile, e l’aumento dei partecipanti riduce i costi operativi. Il prodotto principale del progetto sarà la realizzazione della piattaforma che faciliterà l’attivazione di almeno 40 tirocini professionalizzanti. Saranno inoltre formati almeno 40 operatori e volontari delle realtà marchigiane dell’accoglienza al suo utilizzo.Nel corso del progetto sarà realizzato uno studio sulla situazione attuale nella Regione Marche rispetto all’inserimento lavorativo per i migranti e i richiedenti asilo, reso poi disponibile in versione elettronica. Saranno inoltre condivise linee guida e buone prassi per la valutazione delle competenze e l’inserimento lavorativo di residenti immigrati. Infine si realizzeranno materiali formativi cartacei e multimediali su salute e sicurezza, lingua italiana, diritti e doveri dei lavoratori.Il progetto è guidato da Iscos Marche. Ha per partner L'Africa Chiama, Anolf Marche, Free Women, Stracomunitari, Tandem, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione dell'Università Politecnica delle Marche, l'Ambito Territoriale Sociale 6 di Fano, il Comune di Camerano, il Comune di Montemarciano, Cisl Marche, Marche Solidali, Vivere Verde coop. Sociale, IAL Marche, Incontri per la democrazia, Luoghi in Comune.L'incontro di avvio del progetto sarà mercoledì 24 ottobre 2018 alle 9:30, presso il salone della Cisl Marche in via dell'Industria 17/a ad Ancona.Per informazioni:Iscos Marche 071 505224, info@iscosmarche.it
Continua a leggere
08/08/2018 Discriminazione e lavoro dignitoso, Iscos incontra gli Scout Agesci SBT 1
 Discriminazioni e lavoro dignitoso, al centro dell'incontro tra Iscos Marche e il Gruppo Agesci San Benedetto del Tronto 1  che si è svolto ieri ad Ancona. E' partita, così, dal  Salone Armatura,della Cisl di Ancona l'avventura della Route estiva per 11 scout sanbenedettesi, accompagnati dai 4 capi scout che hanno   aiutato i ragazzi ad  approfondire e riflettere, durante  l'anno di attività,   sul   lavoro discriminato   e sul valore del lavoro dignitoso partendo dalla conoscenza del mondo sindacale e  dell'operato dell'Iscos Marche .  
Continua a leggere
25/06/2018 Focus Lavoro: Maurizio Petriccioli incontra le RSU- Progetto Iscos MIGRA-DROIT
In primo piano: Sanità pubblica, stabilizzazione precari contrattazione, il  Segretario Generale Nazionale Cisl Fp incontra i lavoratori del pubblico impiego eletti nelle recenti votazioni per il rinnovo delle Rsu. Intervista a  Maurizio Petriccioli, Segretario Generale Cisl Fp Nazionale A seguire: Lavoro dignitoso, scambio di esperienze e tutela dei lavoratori migranti dal Marocco ad Ancona:  è il progetto ISCOS MARCHE MIGRA-DROIT. Le interviste a Vincenzo Russo, Direttore ISCOS Marche e ai sindacati marocchini Franck Iyanga ODT, Lahana El Kachach UMT; Nizar Nasri CDT; Lahsen Hansall  UGTM.
Continua a leggere
19/06/2018 Sindacalisti del Marocco in visita ad Ancona per promuovere lo scambio di esperienze. Proiezione del film "My name is Adil"
Dal 20 al 22 giugno 2018 saranno ospiti presso la Cisl di Ancona quattro delegati dei principali sindacati marocchini: un incontro che sarà occasione per uno scambio di esperienze tra i due paesi e favorire una riflessione in materia di protezione e promozione dei diritti dei lavoratori migranti, con una attenzione particolare alle criticità maggiori e alle fasce di lavoratori stranieri più vulnerabili. Franck Iyanga - ODT, Lahna El Kachach - UMT, Nizar Nasri - CDT e Lahsen Hansali – UGTM e Mustapha Azaitraoui, esperto in migrazione e lavoro dignitoso, avranno la possibilità di visitare gli sportelli Cisl di Ancona ed entrare in contatto con i servizi offerti dal sindacato per i lavoratori migranti, come lo sportello immigrazione e i corsi di lingua italiana. I quattro sindacalisti parteciperanno al seminario organizzato presso il Salone Armatura (via Ragnini 4, Ancona) giovedì 21 giugno alle 9.30 durante il quale potranno confrontarsi con i delegati sindacali Cisl delle principali categorie (Fai, Fim, Filca, Femca). La giornata proseguirà con la convocazione alle ore 16.30 del Comitato esecutivo Cisl aperto agli invitati, sempre presso il Salone Armatura, con la partecipazione dell'Anolf Marche, di Ancona e di Macerata, associazioni attive nell'assistenza agli immigrati e contro le discriminazioni; la Fai Cisl, che presenterà l'iniziativa "S.O.S. Caporalato", numero verde contro lo sfruttamento in agricoltura, e rappresentanti della comunità marocchina nelle Marche. Introdotta dall’autore, Adil Azzab, seguirà alle ore 18.00 la proiezione del film “My name is Adil”. Il lungometraggio, girato tra le campagne marocchine e Milano, presenta la storia vera di un ragazzo fuggito dal Marocco per inseguire il padre emigrato in Italia, un paese che scopre essere diverso da quello immaginato, ma che gli permette di crescere e formarsi fino alla decisione di tornare in Marocco alla scoperta delle proprie radici. Queste iniziative rientrano nell'ambito del progetto di Iscos Marche Migra-droit, finanziato dalla Regione Marche, tra i progetti ad iniziativa territoriale di solidarietà internazionale e di cooperazione allo sviluppo.
Continua a leggere
09/05/2018 Gabriele Del Grande arriva ad Ancona per presentare il suo ultimo lavoro: “Dawla”
Lunedì 21 maggio alle ore 17.00 ISCOS Marche e ANOLF Marche al Museo Omero di Ancona un incontro con l’autore Gabriele Del Grande in occasione dell’uscita del suo ultimo libro, “Dawla”, inchiesta durata 18 mesi e segnata dall’arresto di Gabriele Del Grande in Turchia. Il libro nasce da un progetto di crowdfunding che ha avuto l’appoggio anche di ISCOS e ANOLF. Il titolo significa “Stato” in arabo, ed è uno dei modi in cui gli affiliati dell'ISIS chiamano la propria organizzazione. Il libro ripercorre il conflitto siriano, dal 2005 ad oggi, attraverso le storie di tre uomini che si arruolano nello Stato islamico, presentando quindi il punto di vista dei carnefici: “Non per giustificare, non per umanizzare. Ma unicamente per raccontare e, attraverso una storia, cercare una risposta, ammesso che ve ne sia una, a quell’antica domanda sulla banalità del male che da sempre riecheggia nelle nostre teste dopo ogni guerra”, per dirlo con le parole di Del Grande. Dialogherà con l’autore Fabio Turato, docente di Relazioni internazionali presso l’Università di Urbino, esperto di geopolitica, media e populismo. In collaborazione con la libreria Fogola di Ancona sarà possibile prenotare la propria copia del libro ad un prezzo speciale di 16,50 € (anziché 19€) accedendo a questo link: https://goo.gl/forms/1XyTy1byPk4WAL513 Scheda del libro: www.librimondadori.it/libri/dawla-gabriele-del-grande/  
Continua a leggere