• Home/
  • Sedi territoriali/
  • Pesaro Urbino/
  • AST Territoriale Fano

AST Territoriale Fano

Responsabile: GIOVANELLI GIOVANNI
Email: giovanni.giovanelli@cisl.it
cartoceto - 61030 Cartoceto
CALCINELLI Via Guglielmo Marconi, 22 - 61036 Colli al Metauro
CAF CISL: 0721894274
COLF BADANTI: 0721894274
FEMCA: 3481557279
  Lun Mar Mer Gio Ven Sab
CAF CISL
15:30-18:30 *
-
08:40-12:30 *
-
08:40-12:30 *
15:30-18:30 *
-
COLF BADANTI
15:30-18:30 *
-
08:30-12:30 *
-
08:30-12:30 *
15:30-18:30 *
-
FEMCA
09:00-18:00 *
09:00-18:00 *
09:00-18:00 *
09:00-18:00 *
09:00-18:00 *
-
FIM -
08:30-13:00
15:00-19:00
-
08:30-13:00
-
FNP
15:30-18:30 [INFORMAZIONI PREVIDENZIALI]
- - -
09:00-12:30 [INFROMAZIONI PREVIDENZIALI]
-
INAS
15:30-18:30
-
09:00-12:00
-
08:30-12:00
15:30-18:30
-
* su appuntamento
Via Garibaldi, 69 - 61032 Fano
ACCOGLIENZA/FNP (PENSIONATI): 0721.805151
ADICONSUM: 0721805151
FELSA: 3480848757
  Lun Mar Mer Gio Ven Sab
ACCOGLIENZA/FNP (PENSIONATI)
08:30-12:30
15:30-18:30
08:30-12:30
15:30-18:30
08:30-12:30
15:30-18:30
08:30-12:30
15:30-18:30
08:30-12:30
15:30-18:30
09:00-12:00
ADICONSUM
15:30-18:30
-
09:00-12:30
- - -
CAF CISL
08:40-12:30 *
15:40-18:30 *
08:40-12:30 *
15:40-18:30 *
08:40-12:30 *
09:00-12:00 *
CISL SCUOLA -
15:30-18:30 [nuovo orario invernale]
-
15:30-18:30
- -
COLF BADANTI
08:40-12:30 *
08:40-12:30 *
15:30-18:30 *
08:40-12:30 *
08:40-12:30 *
15:30-18:30 *
08:40-12:30 *
-
FAI - -
09:00-12:00 [DA GENNAIO RECAPITO SETTIMANALE]
- - -
FELSA - - - - -
09:30-12:00
FILCA -
15:30-19:00 [3406892461]
- - - -
FIM - - - - -
09:00-12:00 *
FNP
08:40-12:30
08:40-12:30
15:30-18:00
08:40-12:30
08:40-12:30
15:30-18:00
08:40-12:30
-
INAS
09:00-12:30
09:00-12:30
15:30-18:30
09:00-12:30
09:00-12:30
15:30-18:30
09:00-12:30
15:30-18:30
09:00-12:00
SICET - - -
08:30-12:30 *
15:30-18:30 *
- -
SUCCESSIONI
08:40-12:30 *
08:40-12:30 *
15:40-18:30 *
08:40-12:30 *
08:40-12:30 *
15:40-18:30 *
08:40-12:30 *
-
VERTENZE
08:30-12:30
08:30-12:30
15:00-18:00
08:30-12:30
15:00-18:00
08:30-12:30
08:30-12:30
15:00-18:00
09:00-12:00
12:10-12:30
* su appuntamento
BELLOCCHI - Via Einaudi, 88 - 61032 Fano
  Lun Mar Mer Gio Ven Sab
CAF CISL - -
15:30-18:30 * [SU APPUNTAMENTO]
- - -
INAS - -
09:30-12:30
15:30-18:30 [GABRIELE MARINELLI]
09:30-12:30 [GABRIELE MARINELLI]
- -
* su appuntamento
Piazza del Mercato, 16 - 61034 Fossombrone
CAF CISL: 0721714845
FELSA: 3480848757
FILCA: 3406892461
  Lun Mar Mer Gio Ven Sab
CAF CISL
09:00-12:30 *
15:30-18:30 *
-
09:00-12:30 *
15:30-18:30 *
-
09:00-12:00 *
COLF BADANTI - - -
09:00-12:30 *
- -
FELSA -
16:00-18:30 * [SU APP. TO]
- - - -
FILCA - - -
15:30-19:00
- -
FNP
09:00-12:30
09:00-12:30
09:00-12:30
09:00-12:30
09:00-12:30
09:00-12:00
INAS
15:30-18:30
08:30-12:30
- -
08:30-12:30
-
08:30-12:00 *
SICET
09:00-12:30 *
09:00-12:30 *
- - - -
* su appuntamento
Mondavio - 61040 Mondavio
Via San Sebastiano 45- Località Centocroci - 61037 Mondolfo
CAF CISL: 0721 957502
  Lun Mar Mer Gio Ven Sab
ACCOGLIENZA/FNP (PENSIONATI)
08:30-12:30 [susanna testaguzza]
-
15:30-18:30
15:30-18:30
- -
CAF CISL
08:40-12:30 *
-
15:30-18:30 *
15:30-18:30 *
- -
COLF BADANTI
09:00-12:30 *
-
15:30-18:30 *
15:30-18:30 *
- -
FAI
15:30-18:30 [DA GENNAIO RECAPITO SETTIMANALE]
- - - - -
INAS
08:30-12:30
- -
15:30-18:30
-
08:30-12:30
* su appuntamento
MAROTTA - Via Litoranea, 154 - 61037 Mondolfo
CAF CISL: 0721 961079
  Lun Mar Mer Gio Ven Sab
CAF CISL
15:30-18:30 *
08:30-12:30 *
15:30-18:30 *
- - -
COLF BADANTI
15:30-18:30 *
09:00-12:30 *
15:30-18:00 *
- - -
FNP - -
08:30-12:30 [servizio sospeso durante la campagna fiscale]
- - -
INAS
15:30-18:30
-
08:30-12:30
15:30-18:30
-
08:30-12:30
-
* su appuntamento
Viale della Libertà, 30 - 61040 Monte Porzio
  Lun Mar Mer Gio Ven Sab
INAS - - -
09:00-12:30
- -
Viale Evangelisti 14 - 61038 Orciano di Pesaro
  Lun Mar Mer Gio Ven Sab
INAS - - -
09:00-12:00
- -
Piazza G-Brodolini 2 - 61045 Pergola
CAF CISL: 0721735915
  Lun Mar Mer Gio Ven Sab
CAF CISL
08:30-12:30 *
15:00-18:30 *
08:30-12:30 *
-
08:30-12:30 *
15:30-18:30 *
- -
COLF BADANTI
15:30-18:30 *
- -
08:30-12:30 *
- -
FAI -
09:00-12:00 [DA GENNAIO 2019 RECAPITO SETTIMANALE]
- - - -
FILCA
16:00-18:30
- - - - -
FNP
09:00-12:30
09:00-12:30
09:00-12:30
09:00-12:30
09:00-12:30
-
INAS
08:30-12:30
15:00-18:30
- -
15:00-18:30
08:30-12:30 *
08:30-12:00
* su appuntamento
Via Pola, 8 - 61047 San Lorenzo in Campo
Via IV Novembre, snc Località Tavernelle - 61030 Serrungarina
viale evangelisti 10 ORCIANO - 61038 Terre Roveresche

Le ultime notizie

16/05/2019 La Cisl di Fano incontra gli iscritti di Pergola e Mondolfo per raccontare l'azione sul territorio
La Cisl e la Fnp Cisl di Fano organizzano due eventi per incontrare gli iscritti e i delegati di Pergola e Mondolfo per raccontare l'azione del sindacato sul territorio e raccogliere le istanze sociali. Un terzo appuntamento, previsto per il 7 giugno, sarà invece dedicato all'area della Val Metauro. Il primo incontro avverrà venerdì 24 maggio alle ore 18.00 presso la sede Cisl di Pergola (piazza G Brodolini 2) e affronterà le tematiche riguardanti l'Alta Val Cesano. Il secondo è in programma venerdì 31 maggio, sempre alle 18.00, presso la Cisl di Mondolfo (Via San Sebastiano 45 Loc. Centro Croci) e riguarderà la Bassa Val Cesano.  
Continua a leggere
14/05/2019 Elezioni amministrative a Fano: le priorità del Comune
La vicenda del ponticello sul Fiume arzilla sembra esser diventato l’argomento principale della Campagna elettorale di questo comune. Pur ritenendo fondamentale questa struttura per mettere in comunicazione un versante della spiaggia, ci sembra come Cisl di Fano che le problematiche del nostro comune siano ben altre   Poniamo, a titolo puramente indicativo, alcune priorità del territorio ai candidati sindaci e alle forze politiche e liste che li appoggiano.  Infrastrutture e sviluppo economico e lavoro  Non si parla di un progetto di infrastrutture che permetta di far uscire la valle del Metauro dal suo isolamento. Non si parla di sviluppo e sostegno al settore della nautica, nonostante Fano sia un'eccellenza che vede segnali di ripresa e la presenza di marchi internazionali prestigiosi. Non si parla delle infrastrutture per una mobilità sostenibile (ferrovia Fano - Urbino come metropolitana di superfice?)  o del potenziamento delle fermate dei treni a Fano e del trasporto pubblico locale. Come stimolare il lavoro e la sana occupazione? Impresa 4.0, smart working, sburocratizzazione della macchina comunale.  È ora di iniziare a pensare ad una fusione dei comuni circostanti (Fano, Mondolfo, Cartoceto, San Costanzo). Si creerebbe una Città del Metauro capace di attrarre risorse, programmare e progettare uno sviluppo del territorio che, superando i meri confini comunali, pensa ad una visone strategica e guarda al territorio.  Welfare e sanità   Non si può ricondurre tutto il dibattito alla vicenda del Santa Croce: ricordiamo ai candidati sindaci che la popolazione di Fano ha il 22% di anziani e pertanto occorre implementare e rafforzare una rete territoriale di servizi socio-sanitari, rafforzando la prevenzione e la diagnostica. Non solo ospedale: iniziamo a parlare di sistema Salute. Prima della clinica privata, strutturiamo i servizi socio-sanitari di base e di prevenzione.  Si discute animatamente della cinica privata, ma nessuno parla della clinica per le cure palliative pediatriche. Abbiamo un ospedaletto in completo abbandono che potrebbe essere recuperato per questo scopo. Giovani Se ne parla?  Quali sono le politiche giovanili proposte dai candidati? Quali strumenti, servizi, luoghi, iniziative, programmi culturali e non, per accompagnare i giovani in questa difficile transizione sociale che sta attraversando il nostro territorio?  Nessuna parla di Neet  e della dispersione scolastica. Perché non utilizzare gli spazi del Vittorio Colonna per uno spazio polifunzionale che si integri con le attività della Memoteca?  Emergenza abitativa   Sono 450 le domande di case popolari: tante domande e poca disponibilità di alloggi. Quali sono le strategie per dotare Fano di un patrimonio immobiliare che soddisfi questa urgente necessità?   Speriamo che nel dibattito politico di questi giorni i candidati sindaco superino la sterile polemica fine a se stessa e si esprimano su questi e su anche tanti altri temi che riguardano il futuro di Fano.
Continua a leggere
13/05/2019 Caporalato, Cisl Fano: «Contrastiamo lo sfruttamento dei lavoratori»
La Cisl di Fano plaude all’importante operazione condotta dalle forze dell’ordine e dalal Magistratura che ha portato all’arresto di quattro pakistani e allo smantellamento di una realtà imprenditoriale che sfruttava lavoratori estorcendo parte della loro retribuzione. È un chiaro segnale che nel nostro territorio gli anticorpi sociali sono vigli, attenti ad individuare  e denunciare ogni forma di sfruttamento e di utilizzo illegale della manodopera. Nei mesi scorsi un’altra operazione delle forze dell’ordine aveva scoperto lavoratori irregolari in una azienda agricola vittime di caporali senza scrupoli. È un fatto preoccupante perché, se da una parte l’attenzione è alta nel segnalare e denunciare questi fenomeni, stiamo diventando un territorio dove certi meccanismi di caporalato e sfruttamento stanno cercando di attecchire. Solo una forte coesione sociale che coinvolga tutti gli attori sociali (associazioni di categoria, associazioni sindacali, enti e forze dell'ordine) potrà evitare la diffusione della piaga del caporalato e dello sfruttamento La Cisl di Fano continuerà a monitorare il territorio e, in previsione della stagione estiva dove aumentano i lavoratori stagionali, chiediamo di potenziare e qualificare i controlli degli organi ispettivi al fine di evitare fenomeni di sfruttamento ed intermediazione illecita di manodopera. Troppe sono le segnalazioni di lavoratori che denunciano l’inosservanza delle disposizioni contrattuali, retributive e contributive. «Chiediamo alle associazioni datoriali di avviare un confronto per stabilire le azioni necessarie per contrastare tutte le forme di elusione contributiva e retributiva e per evitare il radicamento di imprese che sfruttano i lavoratori nelle forme più diverse dal caporalato al lavoro nero e al lavoro sottopagato - dichiara Giovanni Giovanelli, responsabile della Cisl di Fano -. Lo sviluppo di un territorio ha bisogno di lavoratori non sfruttati e di imprese sane».
Continua a leggere
29/04/2019 Fano: Bollette dell’acqua, tutte le indicazioni per ottenere gli sgravi sul conguaglio
Novità per i cittadini di Fano in merito alle bollette dell'acqua: l’assemblea dei soci Aset spa ha deliberato venerdì 26 aprile il piano degli sgravi relativi al conguaglio retroattivo dal primo gennaio 2018. Confermati gli aspetti economici, approvate anche le modalità operative: riguardano i Comuni di Fano, Mondolfo e Monte Porzio, dove Aset spa gestisce il servizio idrico integrato. I nuclei familiari composti da una o due persone, cui sia intestata una bolletta di tipologia domestica residente non condominiale, possono rivolgersi agli sportelli degli uffici commerciali di Aset spa presentando: • l’ultima bolletta contenente il conguaglio tariffario disposto dalla delibera 665/2017;• un documento di riconoscimento dell’intestatario della bolletta;• attestazione Isee; • eventuale delega con documento di riconoscimento del delegante, nel caso il soggetto che presenta la richiesta sia diverso dall’intestatario della fornitura. Se i requisiti per l’erogazione saranno soddisfatti, la pratica sarà archiviata e saranno disposti: • la copertura di una o più rate a partire da quelle di prossima scadenza, per il valore totale dello sgravio, nel caso in cui il cliente abbia richiesto la rateizzazione;• la copertura di parte della bolletta nel caso in cui il cliente non abbia ancora chiesto la rateizzazione;• il riconoscimento di una partita varia a erosione sulla prossima bolletta, nel caso in cui il cliente abbia già pagato la bolletta contenente il conguaglio. Nei giorni scorsi erano già stati annunciati gli aspetti economici del piano, definito da Aset spa insieme con l’assessorato comunale alle Politiche sociali e ai sindacati.  Si ricorda pertanto che le misure suddividono sia le famiglie con un solo componente sia le famiglie con due componenti (le più interessate dalla rimodulazione tariffaria introdotta dall’Autorità nazionale Arera) in tre fasce di reddito desumibile dal modello Isee ordinario 2017. - Prima fascia: da reddito zero a 3.500 euro, sgravio dell’80%.- Seconda fascia: da 3.501 a 9.500 euro, sgravio del 60%.- Terza fascia: da 9.501 a 13.000 euro, sgravio del 35%. Per queste due categorie (famiglie con uno o due componenti) il termine di pagamento è prolungato dal 24 aprile al 30 giugno, come richiesto espressamente dai rappresentanti sindacali per poter produrre i modelli Isee. Per le stesse due categorie è inoltre prevista la rateizzazione a richiesta fino a un massimo di 6 rate mensili; per tutti è naturalmente ammessa l’eventuale rateizzazione a richiesta fino a un massimo di 3 rate mensili.
Continua a leggere
12/04/2019 Salute: Cgil Cisl Uil di Pesaro Urbino pronti a difendere la sanità pubblica
CGIL CISL e UIL della provincia parteciperanno numerosi alla manifestazione regionale sabato 13 aprile ad Ancona per difendere la sanità pubblica. Dopo le diverse assemblee pubbliche svolte sul territorio, Cagli, Fossombrone, Pergola, Fano e Pesaro, le OO.SS. pesaresi hanno raccolto tante sollecitazioni sulle criticità della nostra sanità che ci fanno ancor più convintamente partecipare sabato mattina alla manifestazione ad Ancona per ricordare alla Regione ed al Presidente/Assessore che il nostro territorio soffre per una sanità non più efficiente e sufficiente per un territorio così vasto. Negli incontri pubblici sono emerse ancora una volta criticità per le prestazioni diagnostiche ed ospedaliere, è emerso in maniera impietosa il confronto con la sanità romagnola ed altre regioni limitrofe a cui sempre più cittadini del nostro territorio si rivolgono. Sono emerse richieste di più sanità territoriale, così come sono emerse richieste di certezze sul il futuro dei presidi ospedalieri sulla rete dell’emergenza-urgenza, sulle case delle salute. Ma sono emerse anche criticità più pratiche ma altrettanto ostiche come le inefficienze del CUP con il quale è anche difficile mettersi in contatto o le criticità nelle relazione tra MMG e medici ospedalieri. Inoltre forti preoccupazioni sono emerse in merito al percorso ed alle modalità di realizzazione del nuovo ospedale che la Regione ha collocato a Muraglia. Otre tutto CGIL CISL e UIL ritengono che il piano sanitario regionale, in discussione in questi periodi, non sia alcuna risposta in merito alle criticità avanzate, criticità che in alcuni casi sono stati rilevati anche dalla Regione stessa, senza poi mettere in previsione alcun percorso di superamento. CGIL CISL e UIL sono anche preoccupate dalla mancanza di certezze di risorse adeguate destinate al Fondo Sanitario Nazionale che rischiano di mettere ancor più in difficoltà il SSN. Ecco dunque che anche dal nostro territorio, così come dal resto delle Marche, partiranno diversi pulman alla volta di Ancona dove sabato mattina faremo sentire la nostra voce.
Continua a leggere
05/04/2019 A Fano, Calcinelli e Pergola assemblee pubbliche verso la manifestazione regionale "Salute Diritti Lavoro Sviluppo Le Marche che vogliamo"
Continua la mobilitazione di Cgil Cisl e Uil per contrastare le numerose mancanze del sistema sanitario regionale e territoriale.  Sabato 6 aprile, dopo l’assemblea dei giorni scorsi a Fossombrone, Cgil Cisl  Uil   insieme ai sindacati dei pensionati, saranno presenti  al mercato di  Fano e mercoledì prossimo a Calcinelli,  per informare i cittadini sulle motivazioni a sostegno della Manifestazione Regionale "Salute diritti lavoro sviluppo Le Marche che vogliamo" che  si svolgerà il 13 Aprile ad Ancona.  Prossime Assemblee pubbliche in programma : 10 Aprile alle ore 15,30 a Fano presso la sala il cubo San Lazzaro  10 Aprile alle 20,30 a Pergola presso Officina Giovani  I sindacati continuano nel loro impegno per ottenere un sistema salute adeguato ai bisogni della popolazione.   
Continua a leggere
04/04/2019 Fano: aumentano le tariffe dell'acqua. Pagano sempre i soliti
Ancora una volta i cittadini di Fano subiscono un significativo aumento delle tariffe dell'acqua che inciderà pesantemente sui loro redditi. Le responsabilità sono plurime e a più livelli, ma saranno soprattutto i pensionati, che nel comune di Fano sono il 22 % percento della popolazione e hanno una pensione media mensile di circa 700 euro, a sostenere pesantemente questo aumento tariffario. Non è ammissibile che, in base ad una disposizione nazionale, si abbia un aumento cosi pesante nelle bollette dell’acqua per un servizio a cui non si può rinunciare. La Cisl di Fano chiede che 1. Aset, come peraltro ha già stabilito per l’anno 2019, aumenti considerevolmente le risorse che mette a disposizione dei cittadini per il contributo sulle bollette dell’acqua e dei rifiuti urbani. È necessario destinare risorse significative e stabili per la riduzione immediata delle bollette dell’acqua soprattutto per le famiglie e i pensionati a basso reddito utilizzando lo strumento dell’Isee. Per finanziare questo processo di riduzione delle tariffe, Aset utilizzi una parte degli utili, peraltro considerevoli, che ogni hanno vengono realizzati da questa azienda. 2. I sindaci, soci di Aset, si impegnino a rivedere il piano finanziario di Aset che non può continuare a ricaricare i costi degli investimenti sulle bollette pagate dai cittadini. 3. I comuni finanzino con risorse proprie gli investimenti necessari per il trattamento delle acqua e la manutenzione straordinaria e ordinaria delle rete fognaria della distribuzione dell’acqua 4. Aset introduca, come già presente a livello nazionale (bonus acqua), una misura stabile e permanente che riduca il costo dell’acqua e i vari accessori (installazione dei contatori, voltura dei contratti …..). Non sono più tollerabili aumenti sulla pelle dei pensionati e dei redditi medio bassi: è necessario pertanto evitare qualsiasi tipo di aumento tariffario ed introdurre con l’impegno anche dei Sindaci e delle amministrazioni comunali risorse certe e stabili per la riduzione delle tariffe. 
Continua a leggere
02/04/2019 Assemblea pubblica a Fano in vista della manifestazione regionale del 13 aprile
Mercoledì 10 aprile alle 15.30 presso  la sala il Cubo del centro commerciale  di San Lazzaro di Fano si terrà l'assemblea pubblica in preparazione della manifestazione regionale sulla sanità organizzata da Cgil Cisl e Uil Marche del 13 aprile. CGIL CISL UIL Marche vogliono riportare al centro dell’attenzione le gravi condizioni della sanità nel Paese e nelle Marche e ribadire che il diritto alla salute e alle cure deve essere assicurato a tutti. Per difendere la centralità del servizio pubblico e per garantire l’universalità delle prestazioni, servono più risorse per potenziare il Fondo Sanitario Nazionale; vanno inoltre superati gli attuali vincoli alla spesa per il personale. Neanche il nuovo Piano Sanitario dà le risposte che servono.    Pertanto, per rispondere al meglio ai bisogni dei cittadini chiediamo: • in tema di personale, considerando anche il parziale venir meno dei vincoli di spesa annunciato in questi giorni, servono consistenti investimenti economici per completare i piani di assunzione e per dare piena e corretta attuazione agli istituti contrattuali, così da salvaguardare la dignità professionale del personale.  • Il rafforzamento della sanità sul territorio: riorganizzazione delle cure primarie, sviluppo delle cure intermedie, potenziamento delle strutture socio sanitarie residenziali e diurne e dell'assistenza domiciliare.  • Un progetto condiviso e trasparente sulla dislocazione e l'operatività delle Case della Salute. • L'avvio di un percorso per rendere coincidenti gli Ambiti territoriali sociali, i Distretti sanitari ed i Servizi per il Lavoro, a garanzia dell'integrazione socio sanitaria e dello sviluppo di percorsi di inclusione sociale, lavorativa e di contrasto alla povertà.    • L'aumento delle risorse dedicate alla Prevenzione, a partire da quella sui luoghi di lavoro, con una particolare attenzione alla tutela della salute e della sicurezza nei cantieri nelle zone colpite dal sisma.  • Una rete dell'emergenza - urgenza capillare ed efficace, capace di integrare l'attività dei Pronto Soccorso ospedalieri con quella del Sistema 118, della Continuità Assistenziale, delle Postazioni territoriali di emergenza, dei Mezzi Sanitari e dei Punti di Assistenza Territoriale attivati negli Ospedali di Comunità.    • Un piano efficace di riduzione dei tempi  di attesa per visite, prestazioni e ricoveri. • Maggiore attenzione alla Medicina di Genere, al ruolo dei Consultori familiari e piena applicazione nelle Marche della legge 194 del 1978.  • Chiarezza sugli assetti istituzionali della sanità marchigiana: rapporto tra ASUR e altre Aziende/Enti, ruolo delle Aree Vaste e dei Distretti Sanitari, qualificazione della rete ospedaliera, ruolo degli Ospedali Unici (anche quelli di futura realizzazione) e degli Ospedali di Comunità, valorizzazione delle peculiarità di Salesi e INRCA e  qualificazione specifica delle Aziende "Ospedali Riuniti", "Marche Nord" e ASUR.  • Fermare la progressiva privatizzazione della sanità e garantire il governo dei soggetti privati accreditati, la cui concorrenza sleale va arginata con decisione. Per questo il Servizio Pubblico deve esercitare una forte funzione di committenza e di controllo, sia dei servizi erogati che delle condizioni contrattuali dei loro dipendenti, che da 13 anni non vedono rinnovato il CCNL. • Adeguata partecipazione a livello regionale e territoriale, sia sulle politiche occupazionali che sull'assetto e l'operatività dei servizi, a partire dall'applicazione dell'art. 3 comma 3 della legge 13 del 2003.   
Continua a leggere
01/04/2019 Il 5 aprile si inaugura la nuova sede Cisl di Pergola
Venerdì 5 aprile alle ore 17.00 sarà inaugurata la nuova sede Cisl di Pergola in Piazza Brodolini 2. Interverranno Sauro Rossi, Segretario generale Cisl Marche, e il sindaco di Pergola, Francesco Baldelli. La nuova sede ospiterà gli sportelli dei servizi Caf e Patronato Inas, gli uffici della Fnp Cisl e i recapiti settimanali di Fai Cisl, Cisl Scuola e Fim Cisl. Nel mese di maggio sarà indetta un’assemblea di tutti gli iscritti del territorio. La cittadinanza è invitata a partecipare.  
Continua a leggere
14/03/2019 Summer JOB: a Fano il lavoro non va in vacanza
Stai cercando lavoro a Fano per la stagione estiva 2019?Vorresti fare esperienze di lavoro e di volontariato all'estero con vitto e alloggio gratuito?Vuoi conoscere meglio i contratti di lavoro, la naspi e tutti i tuoi diritti? Se uno di questi argomenti ti interessa corri ad iscriverti al SUMMER JOB !Programma 20 Marzo Time to Move: Esperienze all'estero15.30-17.00 Partire con Eures17:30-19.00 Sve - Work Away - Au PairVieni a scoprire tutte le opportunità finanziate per poter viaggiare, lavorare e/o far volontariato in Europa21 Marzo JOB Speed Date15:30 -18.30STAI CERCANDO LAVORO A FANO PER LA STAGIONE ESTIVA 2019?Se hai esperienza come Cameriera di Sala, Cameriera ai Piani, Receptionist, Aiuto Cucina, Lavapiatti, Banconista Gelateria, Cuoco, Pizzaiolo, Bagnino di Salvataggio, Animatore Turistico, questa è la tua occasione!Vieni a conoscere i titolari delle strutture ricettive che stanno cercando personale per la stagione estiva 2019 e fa in un pomeriggio i colloqui di lavoro che faresti in un mese!22 Marzo Lavorare Informati10.30-12.00Confrontati con gli esperti del settore per conoscere le caratteristiche dei vari contratti di lavoro e dell'indennità di disoccupazionePOSTI LIMITATIPARTECIPAZIONE GRATUITA CON ISCRIZIONE OBBLIGATORIA entro e non oltre Venerdì 15 Marzo.Per info ed iscrizioni agenziagiovani@comune.fano.ps.it
Continua a leggere