• Home/
  • Servizi ed associazioni/
  • Associazioni/
  • ADICONSUM - ASSOCIAZIONE DIFESA CONSUMATORI

ADICONSUM - ASSOCIAZIONE DIFESA CONSUMATORI

Chi siamo

Adiconsum è un'associazione di consumatori costituita nel 1987 su iniziativa della CISL.

È presente su tutto il territorio nazionale, con circa 150 sedi locali, provinciali e regionali ove i propri operatori, i propri volontari ed i propri dirigenti forniscono assistenza e tutela individuale e collettiva ai consumatori ed alle famiglie.

Adiconsum negozia e concerta condizioni di difesa individuale e collettiva dei consumatori per l’eliminazione delle vessazioni, delle pratiche commerciali scorrette, delle truffe che le persone e le famiglie quotidianamente subiscono da aziende senza scrupoli.

Adiconsum lavora in stretta sinergia con le Authority e con le Istituzioni che hanno la tutela del consumatore come propria missione.

Adiconsum pone al centro del proprio agire: la formazione, l’informazione, la conciliazione paritetica dei contenziosi tra consumatori ed aziende e le buone pratiche quali strumenti di difesa e di riscatto dei consumatori.

Sede regionale:

Via dell'industria, 17 - 601xx Ancona
Tel: 071 5051
Fax: 071 505207

Ancona

Via Ragnini, 4 - 60127 Ancona
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-12:30 [max 5 numeri]
14:00-18:00 [CHIUSO AL PUBBLICO]
09:00-12:30 [max 5 numeri]
10:00-13:00 [telefonate x info e appuntamenti]
15:00-18:00 * [max 3 appuntamenti]
15:00-18:00 * [max 3 appuntamenti]
10:00-13:00 [solo telefonate x info e appuntamenti]
10:00-13:00 [solo telefonate x info e appuntamenti]
14:00-18:00 [CHIUSO AL PUBBLICO]
09:00-13:00 [CHIUSO AL PUBBLICO]
-
* su appuntamento
Via Montenero, 6 - 60019 Senigallia
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- -
09:00-12:00 *
15:30-18:30 *
- -
* su appuntamento
Via De Gasperi, 50 - 60044 Fabriano
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - -
15:30-18:00 * [Il primo ed il terzo giovedì del mese]
- -
* su appuntamento
Via Gallodoro, 66/ter/c - 60035 Jesi
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - -
09:00-13:00 * [max 4 appuntamenti]
09:00-13:00 * [max 4 appuntamenti]
-
* su appuntamento

Ascoli Piceno

Corso Vittorio Emanuele, 37 - 63100 Ascoli Piceno
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-12:00 *
- -
15:00-18:00 *
- -
* su appuntamento
Piazza Nardone, 23 - 63074 San Benedetto del Tronto
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
15:30-18:30 *
15:30-18:30 *
15:30-18:30 *
15:30-18:30 *
- -
* su appuntamento

Fermo

Via Sant'Alessandro, 3 - 63900 Fermo
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-13:00 *
- -
15:30-18:00 *
- -
* su appuntamento

Macerata

Via G. Valenti, 27/35 - 62100 Macerata
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-13:00 [Sportello telefonico]
15:30-18:30 * [Sportello di Tolentino]
09:00-13:00 [Senza appuntamento nel limite dei primi cinque numeri]
14:30-18:30 *
09:00-13:00 [Sportello telefonico]
14:30-18:30 *
09:00-13:00 *
14:30-18:30 *
09:00-13:00 *
-
* su appuntamento
Largo Castelfidardo, 24 - 62012 Civitanova Marche
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - - -
09:00-13:00
-
Viale Giovanni Benadduci, 14 - 62029 Tolentino
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
15:30-18:30 *
- - - - -
* su appuntamento
Via Dante, 22 - 62027 San Severino Marche
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- -
15:30-18:30 [PER RACCOLTA DOCUMENTI REFERENTE MOSCIATTI BRUNO]
- - -

Pesaro Urbino

Via Porta Rimini, 11 - 61121 Pesaro
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
15:30-18:30 *
09:00-12:00
09:00-12:00
15:30-18:30 *
- -
* su appuntamento
Via Garibaldi, 69 - 61032 Fano
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
15:30-18:30
-
09:00-12:30
- - -

Le ultime notizie

22/11/2019 Insieme in sicurezza: grande partecipazione ai primi due eventi contro le truffe agli anziani
  Se i tentativi di truffe alle persone anziane nel territorio aumentano, la risposta dei cittadini urbinati non si è fatta attendere. L’incontro “Insieme in Sicurezza”, organizzato da Cgil e Cisl assieme al Commissariato di Urbino della Polizia di Stato, il 13 novembre scorso presso il Centro Sociale il Padiglione a Urbino e nel pomeriggio di mercoledi 20, presso il Bar Centopercento di Schieti, ha visto infatti una partecipazione intensa e numerosa da parte della popolazione urbinate.   Tante le domande che sono state poste agli uomini della Polizia presenti all’iniziativa, volte a una maggiore comprensione su come individuare i truffatori e soprattutto a capire come difendersi. Anche per questa ragione i due sindacati hanno programmato di proseguire nell’iniziativa presso altre località del comprensorio urbinate, nei mesi di novembre e dicembre, e in seguito ci si sposterà nei comuni della vallata. Il 27 novembre infatti l’incontro avrà luogo a Canavaccio, il 4 dicembre a Trasanni, l’11 a Cavallino e il 18 a Pieve di Cagna.   I lavori sono stati introdotti alterativamente e unitariamente da Irmo Foglietta e Leonardo Piccinno inrappresentanza della Cgil  e Cisl di Urbino, per illustrare le motivazioni che hanno portato alla nascita di questa serie di incontri con i cittadini, seguiti da una breve relazione di Lucia Ciampi Maurizia Ragonesi per la  FNP Cisl e SPI Cgil di Urbino, in rappresentanza dei pensionati.   Il compito centrale dell’evento è svolto dai dirigenti della Polizia di Stato e del Commissariato di Urbino, in particolare dal Sostituto Commissario della Polizia di Urbino Flavio Salvi, dall’Ispettore Superiore Mario Seri e dal Dott. Scarpelli, rappresentante dell’ANPS di Urbino.   «Tra i vari malintenzionati che possiamo incontrare, forse il truffatore è il male minore», ha così sostenuto durante il primo evento urbinate il sostituto commissario Salvi, spiegando che «le soluzioni sono due: o la solitudine totale e assoluta, in cui ci chiudiamo dentro casa e non apriamo a nessuno, né salutiamo nessuno per la strada. Oppure, continuiamo la nostra vita e, come siamo abituati, rispondiamo a chi ci interpella per la strada: ma in quel caso serve che prendiamo i giusti accorgimenti, e il primo è quello di tirare assolutamente via le chiavi dalla porta di casa».   «Bisogna essere consapevoli di poter contare sempre sulle forze di polizia», ha invece sottolineato l’ispettore capo Seri nel corso dell’incontro che si è svolto a Schieti. «Le notizie più importanti che arrivano alla polizia le danno direttamente le persone», quelle cioè che «sono sempre presenti nel territorio», ha ribadito l’agente. Agli incontri inoltre partecipano anche rappresentanti di Federconsumatori e Adiconsum, a disposizione dei cittadini che hanno bisogno di aiuto o desiderano soddisfare le proprie curiosità.   «Le modalità per cercare di raggirarci sono tante, ci sono mille modi. Allora dobbiamo essere consapevoli che parlarne è un primo passo per aiutarci», hanno infine spiegato, nelle conclusioni degli eventi urbinate e di Schieti, Foglietta e Piccinno, entrando nel merito di temi come sicurezza e truffe ma anche del gioco d’azzardo e sottolineando che «l’iniziativa messa in campo da Cgil e Cisl» per il momento rappresenta «un primo esperimento, ovvero, un primo passo».    
Continua a leggere
19/11/2019 Energia: dal mercato tutelato al mercato libero. Appuntamento il 20 novembre ad Ancona
Adiconsum Marche, in collaborazione con Cisl Marche, Cisl Ancona e Fnp Cisl Marche, organizza un incontro sul tema "Energia. dal mercato tutelato al mercato libero" che si terrà mercoledì 20 novembre ad Ancona a partire dalle ore 16.00 presso la sala "Francesco Saverio" Gruppo "Insieme è bello" della Parrocchia San Gaspare del Bufalo in Via Brecce Bianche 62/A. Introduce Giuseppe Giacco, Responsabile FNP-CISL Ancona. Interviene Roberta Mangoni di Adiconsum Marche. L'esperto sarà a disposizione della cittadinanza per eventuali domande e chiarimenti. L'ingresso è libero. Per informazioni contattare Fnp Cisl Rls Ancona - Via Ragnini 4 - Ancona tel 071 2822260 email: pensionati.ancona@cisl.it  
Continua a leggere
11/11/2019 Insieme in sicurezza: Cgil e Cisl di Urbino inaugurano una serie di incontri per parlare di truffe agli anziani e ai cittadini
Finti operatori energetici, riscossioni mendaci di bollette, cauzioni fasulle per incidenti di familiari o di persone care, controlli ingannevoli di ogni tipo e trovate fantasiose studiate ad arte, raggiri telefonici. Si registrano sempre più tentativi di truffe ai danni delle persone anziane, e dei cittadini in generale, che in alcuni casi diventano veri e propri furti, accostati a richieste di pagamenti in denaro o talvolta anche in oggetti preziosi. Soltanto nel 2016, secondo quanto emerge dall’indagine nazionale della Cisl, il numero delle truffe e dei raggiri regolarmente denunciati da over 65 è pari a ben 20.064. Un dato in forte crescita negli anni successivi, e nei primi mesi del 2019 i numeri registrati dalle Forze dell’ordine superano quelli del 2018. Un pericolo di importanza centrale specialmente in un territorio in cui l’età media della popolazione cresce, e a questo proposito le cronache dimostrano che la fascia degli anziani è spesso la più esposta a questo genere di microcriminalità. I Dati statistici mostrano infatti una realtà demografica in declino, e le classi di età presenti nelle realtà locali indicano una concentrazione del 26,2% della popolazione nella fascia degli over 65, contro l’11,9% da 0 a 14 anni e il 61,8% tra 15 e 64 anni, con un indice di vecchiaia del 219,8% ed un’età media di 46,7 anni. Cgil e Cisl Urbino, unitamente alle Federazioni dei pensionati SPI e FNP, si sono così posti il problema in maniera concreta e hanno pensato di organizzare degli incontri con i cittadini per approfondire la questione, chiedendo la collaborazione alla Polizia di Stato e al Commissariato di Urbino. Conoscenza e prevenzione sono infatti due delle stelle polari a cui il cittadino consapevole e informato deve poter fare riferimento, ed è anche da qui che passa la sicurezza della popolazione. Per questo, il 13 novembre a Urbino, alle ore 16, avrà luogo il primo incontro dal titolo “Insieme in sicurezza” presso il Centro sociale Il Padiglione situato in Piazza Neruda 8, a cui prenderanno parte rappresentanti della Polizia di Stato, di Federconsumatori e Adiconsum, oltre che di Cgil e Cisl. Si tratterà inoltre del primo di un ciclo di sei appuntamenti, che si svolgeranno successivamente a Urbino, nelle zone periferiche della città e nelle frazioni di Schieti, Canavaccio, Trasanni, Cavallino e Pieve di Cagna. Mentre a partire dal mese di gennaio l’iniziativa sarà poi estesa ad altre località, fino a coinvolgere tutti i comuni dell’area che va dal Montefeltro all’Alto Metauro.
Continua a leggere
22/10/2019 TAEG errato, Adiconsum vince il ricorso: il giudice dimezza gli interessi
Dimezzata la pretesa di una società finanziaria nei confronti di un consumatore al quale erano state fornite informazioni non corrette. Con sentenza n° 1787/19 del 22/10/19 del Tribunale di Ancona un associato all’Adiconsum Marche ha visto dimezzare la pretesa avanzata da una società finanziaria che aveva erroneamente indicato il TAEG di un contratto di finanziamento. «Il TAEG è quella percentuale che “dovrebbe” – spesso nella prassi non è così – esprimere il costo effettivo del finanziamento ovvero quanto, in concreto, il consumatore dovrà sborsare negli anni - aggrappandosi a formule matematiche talvolta le finanziarie, pur di far apparire un finanziamento conveniente, indicano percentuali non corrispondenti a realtà imponendo ai consumatori esborsi ben maggiori di quelli pubblicizzati» spiegano i responsabili di Adiconsum .  Nel caso specifico l’associato – assistito dall’Avv. Ezio Gabrielli e dalla dott.ssa Loredana Baldi Responsabile del settore Finanziario di Adiconsum Marche  - in momentanea difficoltà finanziaria, si è visto notificare un decreto ingiuntivo con una pretesa di quasi 12.000,00 euro a fronte di un credito – accertato dal Tribunale – di circa 6.000,00. «Purtroppo, nel periodo di crisi, questi eventi si sono succeduti con certa costanza e la vigilanza rispetto alle condotte delle società finanziarie deve rimanere alta. - si legge nella nota Adiconsum  - Per questo Adiconsum Marche continua ad offrire un qualificato servizio per assistere e tutelare i consumatori che intendono verificare la correttezza degli interessi applicati su buoni postali, mutui, cessioni del quinto dello stipendio, e finanziamenti in genere.»
Continua a leggere
18/10/2019 Energia: dal mercato tutelato al mercato libero. Incontro a Osimo con Adiconsum
Adiconsum Marche, in collaborazione con Cisl Marche, Cisl Ancona e Fnp Cisl Marche, organizza un incontro sul tema "Energia. dal mercato tutelato al mercato libero" che si terrà mercoledì 23 ottobre a partire dalle ore 16.00 presso il circolo "Non solo anziani" di Via Saffi 2, Osimo. Introduce Giuseppe Giacco, Responsabile FNP-CISL Ancona. Interviene Roberta Mangoni di Adiconsum Marche. L'esperto sarà a disposizione della cittadinanza per eventuali domande e chiarimenti. L'ingresso è libero. Per informazioni contattare Fnp Cisl Rls Ancona - Via Ragnini 4 - Ancona tel 071 2822260 email: pensionati.ancona@cisl.it
Continua a leggere
16/07/2019 Conto corrente svuotato da hacker. Grazie ad Adiconsum rimborsati 2 anziani. Condannate banca e compagnia telefonica
Con la Sentenza n. 1355/2019 del 16/07/2019 si è conclusa una dolorosissima vicenda che vedeva coinvolti due anziani pensionati il cui conto nel dicembre del 2017 stato svuotato da un attacco informatico per loro devastante. I due pensionati si erano rivolti all’Adiconsum Marche che per il tramite dell’Avv. Ezio Gabrielli si sono visti restituire il maltolto dopo che l’istituto per mesi rifiutava il rimborso delle somme, negando qualsiasi conciliazione e opponendo il classico “muro di gomma”. Il decreto legislativo 11/10 impone, in casi come quelli in esame, una prova particolarmente rigorosa a carico del sistema bancario. Gli istituti stanno spingendo molto sull’informatizzazione del sistema ma si rifiutano di accollarsi i relativi oneri di sicurezza e garanzia nei confronti dei clienti. Quando un consumatore viene attaccato per via informatica deve disconoscere le operazioni di prelievo e pretendere il rimborso dall’istituto il quale a sua volta, per opporre rifiuto, deve dare la prova dell’eventuale trascuratezza, errore o addirittura della frode del correntista. (è l’istituto che deve offrire la prova e non il correntista, e non valgono generiche resistenze o insinuazioni: la prova deve essere stringente e concreta). La particolarità del caso risiede anche nella condanna della compagnia telefonica dei correntisti. Sta andando sempre di più di “moda” da parte di questi hacker di sconnettere la linea telefonica del correntista in modo che gli stessi truffatori possano agire senza il pericolo che le vittime vengano avvisate dai messaggi sms di alert che normalmente vengono inviati dagli istituti. La compagnia telefonica coinvolta – senza nemmeno produrre la registrazione della telefonata – ha semplicemente staccato la linea a richiesta di terze persone non identificate le quali, offrendo il numero di telefono e il codice fiscale (elementi facilmente reperibili all’interno del web banking), hanno di fatto isolato i poveri malcapitati i quali non si sono resi conto di quello che stava loro succedendo. Ora banca e compagnia telefonica si sono viste condannate a restituire le somme illegittimamente sottratte dovendo anche pagare le spese del giudizio. Spesso le vittime di queste frodi pensano di poter risolvere il problema ricorrendo alla sola segnalazione agli organi di polizia. Purtroppo il sistema penale, davanti a queste tipologie di frodi, poco riesce ad ottenere. Più utile il percorso civile e ancor più semplice sarebbe la collaborazione trasparente da parte degli istituti bancari coinvolti.
Continua a leggere
19/06/2019 Lotta al gioco d'azzardo patologico: a Macerata un'iniziativa targata Anteas
L'Anteas di Macerata lancia la sfida al gioco d'azzardo patologico con un'iniziativa in collaborazione con la Cisl e la Fnp Cisl di Macerata, Adiconsum Marche e Associazione Glatad Onlus che si terrà lunedì 24 giugno alle ore 17 presso l'Auditorium di Via Cesare Pavese a Collevario di Macerata. All'evento parteciperanno le psicologhe Chiara Paoletti e Veronica Candria che spiegheranno come affrontare, attraverso la prevenzione, un fenomeno in crescita e che procura ogni anno danni economici e alla salute.
Continua a leggere
29/05/2019 Fallimento Mercatone Uno: Adiconsum Marche al fianco dei consumatori beffati
 Una nuova infelice vicenda colpisce i consumatori marchigiani e non solo.   Con Sentenza n° 414/19 il Tribunale di Milano ha dichiarato il fallimento della società Shernon Holding srl, proprietaria della catena “Mercatone Uno”. La sentenza ha esposto i lavoratori a una situazione drammatica che non può esimere l’Adiconsum Marche dall’esprimere la massima solidarietà e vicinanza auspicando la positiva soluzione di una vicenda la cui portata non può certo lasciare indifferenti. Il fallimento ha altresì aperto una vera e propria “voragine” nei confronti dei clienti della catena, che, con la chiusura dei tre punti vendita marchigiani, Ancona, Pesaro e Civitanova Marche, vedono subire un pregiudizio di rilevante entità per il mancato adempimento dei contratti. Clienti che hanno acquistato prodotti, in massima parte mobilio, che hanno versato acconti o addirittura pagato l’intera somma, e che oggi si ritrovano senza il loro denaro e senza i beni acquistati. Ancora più pesante è la situazione di coloro che, per effettuare i pagamenti della merce acquistata, hanno acceso finanziamenti, a fronte di prodotti mai consegnati. Sollecitiamo la curatela fallimentare a rendersi adempiente rispetto ai contratti già conclusi e attualmente non rispettati, con beni già pagati, in tutto o in parte, ma non consegnati.  Adiconsum Marche invita comunque tutti i consumatori rimasti beffati dal fallimento della società a recarsi presso le proprie sedi, che saranno a disposizione per l’attivazione di tutti i necessari adempimenti.
Continua a leggere
21/05/2019 Ludopatia: il progetto di Adiconsum “Non fare della tua vita un gioco” fa tappa ad Ancona Testimonial d’eccezione Susanna Batazzi
Sabato 25 maggio 2019, Viale della Vittoria Ancona:  tappa del progetto Non fare della tua vita un gioco  coordinato da Adiconsum e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, realizzato in partnership con le Associazioni dei Consumatori A.E.C.I. Lazio e Codici, con l’obiettivo di sensibilizzare ed educare i consumatori in generale, ma in particolare i giovani tra i 15 e i 25 anni, al gioco responsabile, solidale e legale, promuovendo di contro l’attività sportiva e i suoi ideali di correttezza, lealtà, sacrificio, trasparenza e rispetto delle regole del gioco, per prevenire e contrastare il fenomeno della ludopatia e le altre forme di disagio ad essa correlate.   Attraverso il percorso ludico-esperienziale abbiamo informato e sensibilizzato i giovani partecipanti sul fenomeno della ludopatia: significato, rischi, conseguenze. Inoltre, utilizzando il percorso e lo sport si vuole promuovere uno stile di vita sano e di benessere per il singolo e per la comunità. Tutto il percorso è infatti un grande gioco che tramite attività ludiche ha fatto scoprire ai partecipanti come “essere protagonisti e non dipendenti” dal gioco.    Grazie alla collaborazione con Amova (Associazione Medaglie d’Oro al Valore Olimpico), i ragazzi hanno potuto incontrare un testimonial d’eccezione: la pluricampionessa italiana di scherma Susanna Batazzi. Presenti anche Antonio Mastrovincenzo, Presidente dell’Assemblea Legislativa della Regione Marche, Susanna Dini, Presidente del Consiglio comunale di Ancona, e Cristiana Ilari, Segretaria regionale Cisl Marche   “Non fare della tua vita un gioco” è anche un sito web (www.nonfaredellatuavitaungioco.it), una helpline raggiungibile via telefono (06 5571996 dal lunedì al venerdì ore 9-13 e 14-17), chat e mail (segreteria.sportello@gmail.com).  
Continua a leggere
28/03/2019 È ora di informarsi: incontro a Marzocca il 29 marzo
  29 MARZO 2019 ORE 15.30SALONE CENTRO SOCIALE ADRIATICOVIA GARIBALDI 14B MARZOCCA - SENIGALLIA Interverranno:Dr Maurizio Mandolini - Dirigente ATS 8"L'Unione dei Comuni - Le Terre della Marca Senone" Carlo Zezza - Pensionati Cisl Rls Senigallia"Situazione Politico Sindacale" Michele Bonsanto - Adiconsum Marche"La Tutela dei Cittadini e Consumatori" Lorenzo Luminari - Patronato Inas Cisl Senigallia"La Pensione di Cittadinanza" Celestino Carboni - Anteas Volontariato Senigallia"Il Volontariato nel nostro Territorio" Dott.ssa Valentina Viola - Biologa Nutrizionista"Salute e benessere nella terza età"   Sergio Piermattei - Ast Cisl Senigallia
Continua a leggere