• Home/
  • Servizi ed associazioni/
  • Associazioni/
  • ADICONSUM - ASSOCIAZIONE DIFESA CONSUMATORI

ADICONSUM - ASSOCIAZIONE DIFESA CONSUMATORI

Chi siamo

Adiconsum è un'associazione di consumatori costituita nel 1987 su iniziativa della CISL.

È presente su tutto il territorio nazionale, con circa 150 sedi locali, provinciali e regionali ove i propri operatori, i propri volontari ed i propri dirigenti forniscono assistenza e tutela individuale e collettiva ai consumatori ed alle famiglie.

Adiconsum negozia e concerta condizioni di difesa individuale e collettiva dei consumatori per l’eliminazione delle vessazioni, delle pratiche commerciali scorrette, delle truffe che le persone e le famiglie quotidianamente subiscono da aziende senza scrupoli.

Adiconsum lavora in stretta sinergia con le Authority e con le Istituzioni che hanno la tutela del consumatore come propria missione.

Adiconsum pone al centro del proprio agire: la formazione, l’informazione, la conciliazione paritetica dei contenziosi tra consumatori ed aziende e le buone pratiche quali strumenti di difesa e di riscatto dei consumatori.

Sito web: http://www.adiconsummarche.it/
Sede regionale:
Via dell'industria, 17 - 601xx Ancona
Tel: 071 5051
Fax: 071 505207

Ancona

Via Ragnini, 4 - 60127 Ancona
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-12:30 [max 5 numeri]
14:00-18:00 [CHIUSO AL PUBBLICO]
09:00-12:30 [max 5 numeri]
10:00-13:00 [telefonate x info e appuntamenti]
15:00-18:00 * [max 3 appuntamenti]
15:00-18:00 * [max 3 appuntamenti]
10:00-13:00 [solo telefonate x info e appuntamenti]
10:00-13:00 [solo telefonate x info e appuntamenti]
14:00-18:00 [CHIUSO AL PUBBLICO]
09:00-13:00 [CHIUSO AL PUBBLICO]
-
* su appuntamento
Via Montenero, 6 - 60019 Senigallia
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- -
09:00-12:00 *
15:30-18:30 *
- -
* su appuntamento
Via Gallodoro, 66/ter/c - 60035 Jesi
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - -
09:00-13:00 * [max 4 appuntamenti]
09:00-13:00 * [max 4 appuntamenti]
-
* su appuntamento

Ascoli Piceno

Corso Vittorio Emanuele, 37 - 63100 Ascoli Piceno
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-12:00 *
- -
15:00-18:00 *
- -
* su appuntamento
Piazza Nardone, 23 - 63074 San Benedetto del Tronto
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
15:30-18:30 *
15:30-18:30 *
- - - -
* su appuntamento

Fermo

Via Sant'Alessandro, 3 - 63900 Fermo
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-13:00 *
- -
15:30-18:00 *
- -
* su appuntamento

Macerata

Via G. Valenti, 27/35 - 62100 Macerata
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-13:00 [Sportello telefonico]
15:30-18:30 * [Sportello di Tolentino]
09:00-13:00 [Senza appuntamento nel limite dei primi cinque numeri]
14:30-18:30 *
09:00-13:00 [Sportello telefonico]
14:30-18:30 *
09:00-13:00 *
14:30-18:30 *
09:00-13:00 *
-
* su appuntamento
Largo Castelfidardo, 24 - 62012 Civitanova Marche
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - - -
09:00-13:00
-
Via S. Nicola, 66 - 62029 Tolentino
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
15:30-18:30 *
- - - - -
* su appuntamento
Via Dante, 22 - 62027 San Severino Marche
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- -
15:30-18:30 [PER RACCOLTA DOCUMENTI REFERENTE MOSCIATTI BRUNO]
- - -

Pesaro Urbino

Via Porta Rimini, 11 - 61121 Pesaro
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
15:30-18:30 *
09:00-12:00
09:00-12:00
15:30-18:30 *
- -
* su appuntamento
Via Garibaldi, 69 - 61032 Fano
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
15:30-18:30
-
09:00-12:30
- - -

Le ultime notizie

14/03/2019 “GPS del Consumatore” Come orientarsi nelle insidie del mercato . Incontro il 22 marzo a Fabriano
Venerdì 22 marzo alle ore 9.30  presso la sede dell'Unione Montana dell’ Esino-Frasassi Via Dante, 268 Fabriano si terrà l'incontro “GPS del Consumatore” Come orientarsi nelle insidie del mercato, evento organizzato da Adiconsum Marche e Cisl Fabriano. Focus su telefonia, truffe e raggiri, buoni postali e mercato libero dell'energia. Interverranno Francesco Varagona, Presidente Adiconsum Marche, Loredana Baldi, Adiconsum Marche, Andrea Cocco, Responsabile Cisl Fabriano, e Gianni Pellacchia, FNP Cisl Fabriano
Continua a leggere
13/02/2019 Adiconsum incontra i consumatori coinvolti nei crack bancari
Sin dalle prime avvisaglie della crisi di Banca Marche, con il commissariamento dell’Istituto, Adiconsum si è occupata della vicenda fornendo assistenza ai risparmiatori coinvolti nel crack. Ora, alla luce delle pronunce della giurisprudenza, e in attesa del Fondo istituito dalla legge di bilancio per risarcire i risparmiatori coinvolti nei fallimenti bancari degli ultimi anni, Adiconsum incontrerà azionisti ed obbligazionisti subordinati il 15 febbraio 2019 a San Benedetto del Tronto alle ore 17,30, presso l’Hotel Calabresi. Saranno presenti i legali Avv. Emanuela Fioretti e Avv Alessandro Leonardi di Grottammare e l’Avv. Amato Mercuri di Fermo del Centro Giuridico di Adiconsum Marche . Adiconsum Marche è stata la prima associazione che ha portato avanti il contenzioso dinnanzi ai Tribunali civili, credendo fermamente che questa fosse la via migliore per tutelare gli interessi dei risparmiatori, rispetto ad altri che hanno deciso di intraprendere un percorso in sede penale nei confronti degli ex amministratori della Banca, una strada quest’ultima che al momento non ha portato ad alcun concreto risarcimento.   La via seguita da Adiconsum Marche e dai propri legali, al contrario, ha già portato i primi risultati positivi; le richieste di risarcimento sono state i indirizzate verso il soggetto che ha acquisito la ex Banca Marche, ossia Ubi Banca, credendo fermamente che tale istituto sia il soggetto legittimato passivo, ossia responsabile civilmente nei confronti di azionisti ed obbligazionisti subordinati danneggiati dal fallimento dell’istituto marchigiano, e la giurisprudenza ha confermato la correttezza di tale impostazione.   Infatti una serie di sentenze di vari tribunali, il Tribunale di Ferrara in riferimento alla Cariferrara, e il Tribunale di Milano con esplicito riferimento alla ex Banca Marche, hanno sancito la legittimazione passiva delle Banche subentranti, quali soggetti che hanno acquisito le banche poste in liquidazione.   Dunque Ubi Banca è il soggetto chiamato a risarcire gli azionisti che si sono visti azzerare il valore delle loro azioni, come stabilito anche recentemente dal Giudice di Pace di Macerata con la prima sentenza sul territorio marchigiano favorevole ai truffati Banca Marche, sentenza che fa seguito alle numerose pronunce positive di altri Tribunali che si erano occupati delle quattro banche fallite nel 2015.   Sentenze importanti, che confermano la correttezza dell’orientamento seguito da Adiconsum Marche e dai legali che fanno parte del Centro Giuridico dell’associazione al fine di ottenere un reale risarcimento per i risparmiatori beffati dai crack bancari.   Invitiamo tutti i risparmiatori interessati a recuperare i propri risparmi a partecipare all’incontro il 15 febbraio 2019 a San Benedetto del Tronto alle ore 17,30, presso l’Hotel Calabresi.  
Continua a leggere
28/12/2018 FOCUS LAVORO: Operatori sanità in prima linea - Partita da Muccia la campagna di ascolto Cisl nel cratere maceratese
La macchina della sanità risponde sempre. Dall'emergenza di Corinaldo ai giorni di festa: sono medici, infermieri e tutti gli operatori della sanità. Interviste a Stefania Franceschini, infermiera RSU AV2, dr. Franco Allegrezza, medico anestesista Ospedali Riuniti Torrette di Ancona e Alessandro Macinelli, Fp Cisl Marche Post Sisma, parte da Muccia la campagna di ascolto della Cisl alle comunità del cratere maceratese. Interviste a Silvia Spinaci, Responsabile Cisl Macerata, Rocco Gravina Responsabile Cisl Tolentino - Camerino ed Alessandra Fioravanti, Adiconsum Macerata.
Continua a leggere
08/12/2018 QUESTIONARIO €DUCHIAMOCI: Conoscenze di base in materia finanziaria
Realizzato con il contributo della Regione Marche per la realizzazione di specifici e rilevanti progetti delle associazioni consumatori iscritte al registro regionale – anno 2018 Il progetto "€duchiamoci" nasce dalla consapevolezza del basso livello di conoscenze in materia finanziaria dei consumatori, risparmiatori ed investitori italiani. Le varie indagini realizzate da soggetti istituzionali e autorevoli società mettono infatti in evidenza la grave carenza di conoscenze finanziarie degli italiani, sia tra gli adulti che tra i giovani. Nel 2014 gli adulti italiani erano all’ultimo posto tra i paesi europei per alfabetizzazione finanziaria insieme al Portogallo, con un livello peggiore tra le donne e le persone con un livello di istruzione più basso. Lo stesso risultato per i giovani, anch’essi all'ultimo posto tra i paesi OCSE per alfabetizzazione finanziaria, con una performance significativamente peggiore per le ragazze rispetto ai ragazzi. Il progetto dunque, oltre ad avere lo scopo di fornire educazione in ambito finanziario, attraverso un’attività informativa e formativa sui vari servizi, intende anche compiere una ricerca al fine di comprendere quale sia il livello di alfabetizzazione finanziaria nel nostro territorio, nella Regione Marche, per capire come si collocano i cittadini marchigiani all’interno del panorama nazionale. Per questo motivo è stato predisposto un questionario, totalmente anonimo, relativo alle proprie conoscenze di base in ambito finanziario al quale ti chiediamo di rispondere indicando preliminarmente la tua età, sesso, titolo di studio e reddito, dati fondamentali per comprendere anche quali siano le differenze tra giovani e meno giovani, tra uomini e donne e se esista una correlazione con il livello di istruzione ed il reddito familiare. Ti chiediamo pochi minuti del tuo tempo per dare il tuo personale contributo. Caricamento in corso...
Continua a leggere
07/12/2018 Distacco del gas nelle SAE di Camerino: Eni garantisce la riattivazione dopo il sollecito di Cisl e Adiconsum
Le utenze del gas metano delle SAE di Camerino saranno riattivate entro oggi: è quanto comunicano i vertici nazionali di Eni Gas e Luce dopo il sollecito della Cisl e di Adiconsum Marche, che avevano segnalato casi il distacco del gas nelle soluzioni abitative di emergenza in seguito a casi di errata fatturazione. Il distacco del gas nelle SAE di Camerino è gravissimo e inaccettabile. Non si sarebbe dovuti arrivare a un esito di questo tipo. In situazioni di grave disagio e sofferenza, è inammissibile privare le famiglie di un servizio essenziale come il metano. Ed è scandaloso averlo fatto per il mancato pagamento di bollette sbagliate e di importi non dovuti, per altro già oggetto di reclamo. Come CISL e Adiconsum, la nostra associazione di tutela dei consumatori, esprimiamo la ferma condanna di un comportamento commerciale non solo scorretto ma ben oltre il limite dell’etica. Per questo abbiamo immediatamente preso contatti con i vertici nazionali della società di vendita ENI Gas e Luce che, a fronte del nostro intervento, si sono dimostrati disponibili a risolvere immediatamente la problematica. Al contempo, stiamo verificando se la questione sia limitata ad alcune SAE del comune di Camerino o interessi anche altri comuni, temiamo, infatti, che casi analoghi di errata fatturazione e illegittimo distacco si siano verificati o possano a breve verificarsi anche in altre SAE. Le sedi territoriali della CISL e l’Adiconsum Macerata sono a disposizione degli utenti per effettuare reclami, garantire tutela e pronta soluzione delle problematiche.  
Continua a leggere
06/12/2018 Prima vittoria dal Giudice di Pace di Macerata per gli ex azionisti Banca Marche
Ieri, mercoledì 5 dicembre, il Giudice di Pace di Macerata ha condannato UBI Banca a risarcire ad un azionista la somma investita in azioni Banca Marche e a rimborsargli le spese del processo. Si tratta della prima sentenza sul territorio favorevole ai truffati Banca Marche e fa seguito a numerose pronunce positive di altri Tribunali che si erano occupati delle 4 Banche fallite nel 2015. L’investitore aveva perso i risparmi a seguito dell’azzeramento delle azioni a causa del fallimento della Banca delle Marche. Il Giudice di Pace di Macerata ha dichiarato che è UBI a dovere risarcire il danno agli azionisti in quanto ha acquisito Nuova Banca delle Marche a sua volta subentrata alla vecchia Banca Marche. La causa è stata patrocinata dall’avv. Diomede Pantaleoni legale dell’Adiconsum Marche. L’Adiconsum da sempre dalla parte degli azionisti ha deciso sin da subito di seguire la strada della causa civile nei confronti di UBI Banca e prima ancora di Nuova Banca Marche, patrocinando un numero elevatissimo di cause civili sul territorio regionale. L’Adiconsum ha preferito seguire la via del contenzioso civile contro UBI Banca rispetto ad altri che hanno deciso di intraprendere un percorso in sede penale nei confronti degli ex amministratori della Banca, strada che, al momento, non ha portato ad alcun concreto risarcimento. L’Adiconsum è a disposizione in tutte le sue sedi provinciali per assistere i consumatori e consigliarli su come tutelare i propri diritti in materia di risparmio.  
Continua a leggere
09/11/2018 Altolà alle truffe: incontro a Castelfidardo dedicato a famiglie e pensionati
Lunedì 12 novembre alle ore 9.30 presso la Chiesa Collegiata Santo Stefano, in Piazza della Repubblica a Castelfidardo, si terrà un incontro nell'ambito del progetto Famiglia al Centro organizzato da Anteas Marche, Fnp Cisl Ancona e Adiconsum per aiutare famiglie e pensionati a difendersi da truffe, furti e pratiche commerciali scorrette. Gli anziani sono sempre più presi di mira da malfattori che approfittano della loro solitudine e fragilità psicologica per mettere in atto raggiri ed inganni, dalla casistica più varia (quelli attuati in casa dal finto avvocato, quelli del finto tecnico Enel, le truffe realizzate in strada per finto incidente o impiegato dell'ufficio postale o bancario...). Il progetto ha lo scopo di educare l'anziano e la sua famiglia a riconoscere comportamenti scorretti o truffaldini per mettere in atto azioni di autotutela. Il primo approccio, infatti, deve essere quello di diffidare di sconosciuti incontrati per strada o che si presentano in casa e di non firmare alcun documento. Nel caso in cui, invece, nonostante le cautele e l'approccio critico, si rimane comunque vittima di un inganno, l'obiettivo è quello di fornire una conoscenza degli strumenti giuridici e pratici utili ad attivarsi per evitare danni quali l'esercizio del diritto di ripensamento, che consente di bloccare gli effetti di un contratto sottoscritto e porre rimedio ripristinando la situazione precedente, senza subire costi o disservizi.  All'incontro parteciperà un rappresentante delle Forze di Polizia  
Continua a leggere
11/10/2018 Buoni Postali: Adiconsum invita a verificare i rimborsi
Adiconsum Marche ha ottenuto la prima pronuncia favorevole con cui l’Arbitro bancario Finanziario ha riconosciuto al consumatore rappresentato il diritto a vedersi rimborsata da Poste una maggior somma per oltre 8.000 euro. Il ricorso era stato presentato nell’ambito della nota vicenda dei Buoni postali trentennali sottoscritti negli anni 80, in particolare dopo il 1986, per i quali Poste liquida un importo inferiore rispetto a quanto previsto dalla tabella riportata sul retro del Buono. Parliamo delle serie P, Q/P e Q. Adiconsum Marche da tempo ha intrapreso la strada per tutelare i risparmiatori, ritenendo che sia dovuto quanto scritto sul cartaceo del Buono. Poste invece, conteggiando in maniera diversa, liquida un importo sensibilmente inferiore, anche per migliaia di euro. Sui molteplici ricorsi presentati è arrivata la prima pronuncia, nella quale l’ABF ha sancito il principio secondo cui il rapporto negoziale tra investitore e Poste si forma sulla base di quanto riportato sul titolo: il risparmiatore cioè ha assunto la propria decisione di investimento facendo affidamento sui rendimenti pubblicati sul titolo stesso, e pertanto Poste deve rimborsare il Buono secondo il suo tenore letterale. L’ABF ha seguito la giurisprudenza della Suprema Corte di Cassazione che si è espressa in materia con la sentenza 13979/2007, sentenza assunta a Sezioni Unite che esprime la massima secondo cui il vincolo contrattuale tra il consumatore e le Poste al momento dell’emissione del buono si fonda sul tenore letterale del titolo: “il vincolo contrattuale tra emittente e sottoscrittore dei titoli è destinato a formarsi proprio sulla base dei dati risultanti dal testo dei buoni di volta in volta sottoscritti” , poiché “ al richiedente il buono postale è stata prospettata un’operazione finanziaria connotata nei termini specificamente indicati nei buoni, compilati, firmati e bollati ed a lui consegnati dall’ufficio emittente, a fronte dei quali egli ha versato a quell’ufficio la somma corrispondente” Il fenomeno è rilevante in quanto il risparmio postale in Italia riguarda una fetta considerevole della popolazione che soprattutto negli anni 80, complici i rendimenti molto elevati, ha investito in Buoni Postali. Adiconsum Marche è a disposizione di tutti i possessori di Buoni della serie P, Q/P e Q per effettuare una verifica e, se del caso, proporre ricorso per vedere riconosciuti i propri diritti.  
Continua a leggere
03/09/2018 Io Sono Originale: il progetto anti contraffazione arriva ad Ancona
Oggi, lunedì 3 settembre,  ad Ancona ultima tappa del Road Show “Io Sono Originale”, iniziativa promossa dal Ministero dello Sviluppo economico, Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione – UIBM, e realizzata in collaborazione con le Associazioni dei Consumatori*.“Io Sono Originale” sta girando l’Italia, dal nord al sud del Paese, con un road show, per informare e sensibilizzare i cittadini sulla contraffazione e sulla tutela della proprietà industriale. La tappa di Ancona, organizzata da Adiconsum Marche, presso il Centro Commerciale Conero in Via Scataglini 6, dalle ore 11 alle ore 20, dove è  allestito un desk per fornire informazioni sulla contraffazione e distribuire i materiali del progetto “Io sono originale”.Per informazioni: Adiconsum Marche Via Ragnini, 4 tel 0712832101 mail: marche@adiconsum.it. *ACU, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Asso-consum, Assoutenti, Altroconsumo, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori, Utenti Radio Televisivi
Continua a leggere
12/07/2018 Chiusura Agenzia Viaggi di Castelfidardo, Adiconsum Marche al fianco dei clienti beffati
Prenotazioni cancellate o mai esistite, biglietti non consegnati, saldo del soggiorno mai versato al tour operator. E’ quanto accaduto a numerosi clienti di una agenzia viaggi di Castelfidardo, la Vanilla Viaggi di Saracini Chiara. Adiconsum Marche ha già ricevuto le segnalazioni di numerosi clienti dell’Agenzia e si sta muovendo su più fronti con l’obiettivo prioritario di far recuperare ai consumatori quanto versato per l’acquisto dei viaggi. I consumatori hanno visto sfumare a pochi giorni dalla partenza la possibilità di godersi il meritato riposo dopo un anno di lavoro, perdendo anche i risparmi faticosamente accantonati. L’Agenzia Vanilla Viaggi ha chiuso improvvisamente i battenti pochi giorni fa e la titolare Chiara Saracini si è resa irreperibile, dopo aver ottenuto il saldo delle prenotazioni delle vacanze di numerosi clienti del territorio. Questi i fatti: i clienti sono stati invitati ad effettuare il saldo delle prenotazioni per le vacanze dei mesi di luglio e agosto già prenotate da mesi, ma al momento di recarsi in agenzia per ritirare biglietti e voucher per la partenza hanno trovato la saracinesca abbassata e la titolare irrintracciabile telefonicamente. Alcuni si sono ritrovati addirittura in vacanza senza prenotazioni dei soggiorni o dei voli di ritorno, costretti a sborsare ulteriori e ingenti cifre per rientrare a casa. Tale increscioso episodio va ad aggiungersi ad altri similari che, negli anni, hanno interessato la nostra regione, danneggiando non soltanto i malcapitati consumatori coinvolti, ma l’intero settore del turismo, settore di punta del nostro paese. Adiconsum Marche sta provvedendo a verificare, con una richiesta inviata al Comune di Castelfidardo, il rispetto dell’obbligo assicurativo da parte della Agenzia Viaggi, secondo le previsioni normative nazionali e regionali. E’ una vicenda spinosa, che non avrà probabilmente una soluzione immediata; ne attendiamo i prossimi sviluppi per valutare come procedere e con quali modalità agire. Nel frattempo invitiamo tutti i consumatori coinvolti a sporgere immediatamente denuncia querela alle Autorità competenti, che si stanno già occupando del caso. Gli uffici Adiconsum Marche restano a disposizione per i chiarimenti, gli aggiornamenti e l’assistenza del caso.  
Continua a leggere