• Home/
  • Federazioni/
  • Pubblico/
  • FP - PUBBLICI E SERVIZI

FP - PUBBLICI E SERVIZI

Chi siamo

Pubblica amministrazione e pubblici servizi, sanità ed assistenza pubblica e privata, ministeri, agenzie fiscali, Comuni, Province e Regioni, enti pubblici non economici, terzo settore.

Segretario generale: TALEVI LUCA
Email: luca.talevi@cisl.it
Sede regionale:
Via dell'industria, 17 - 601xx Ancona
Tel: 071 5051
Fax: 071 505207
Email: fp.marche@cisl.it

Ancona

Via De Gasperi, 50 - 60044 Fabriano
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-10:30 [Cardoni Cristiano 3803581195]
- - -
09:00-10:30 [Cardoni Cristiano 3803581195]
-

Pesaro Urbino

Via Battista Sforza, 50 - 61029 Urbino
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - -
15:00-18:30 * [ALESSANDRO CONTADINI 3485259512]
- -
* su appuntamento

Le ultime notizie

06/06/2019 Il futuro è servizi pubblici! L'8 giugno in piazza a Roma per contratti, assunzioni e risorse
"Futuro è servizi pubblici!". Questo è il claim della mobilitazione unitaria, lanciata dalle categorie dei servizi pubblici e privati di Cgil, Cisl e Uil. La manifestazione comincerà in Piazza della Repubblica, dove è previsto il ritrovo alle ore 9.00 del prossimo 8 giugno. Alle 11.00, in corteo, si giungerà in Piazza del Popolo per gli interventi delle lavoratrici e dei lavoratori e, a chiusura della giornata, dei Segretari Generali di Fp Cgil, Cisl Fp, Uilpa e Uil Fpl.
Continua a leggere
03/06/2019 Ancona, Cisl FP: «Basta aggressioni contro la Polizia Municipale»
Dopo i numerosi episodi di aggressioni ai danni di agenti della Polizia Municipale di Ancona, l'ultimo dei quali avvenuto giovedì scorso, il Segretario generale della Cisl Fp Marche, Luca Talevi, si schiera a favore della dotazione di nuovi strumenti di difesa per i vigili urbani. «In più di una circostanza i vari consigli comunali hanno sempre rigettato l’idea di armare la polizia municipale di Ancona. Noi, come sindacato, rispettiamo questa decisione politica ma andare avanti con queste condizioni non mi sembra proprio il caso. - dichiara Talevi - Negli ultimi anni si sono registrate una serie di aggressioni. La gestione del corpo della municipale deve essere rimodulato, i tempi sono cambiati e occorre una riflessione tra le parti. Manca la formazione, corsi di autodifesa, nuove tecnologie e per l’ennesima volta ci ritroviamo a chiedere che il personale venga dotato del taser, pistola elettrica in grado di bloccare gli aggressori. Lo spray al peperoncino lascia il tempo che trova. Sempre più spesso gli agenti della municipale si ritrovano a svolgere funzioni di ordine pubblico» «Questi fatti - conclude Talevi - non sono accaduti nei quartieri definiti a rischio ma nel centro di Ancona, ovvero in corso Garibaldi e in via Matas. I tempi sono cambiati, forse qualcuno è rimasto ancorato ai vecchi sistemi di gestione del corpo della polizia municipale. Bisogna adeguarsi, le strade sono diventate pericolose anche in una città come Ancona».
Continua a leggere
31/05/2019 Asur Area Vasta 2: se 4,4 milioni di euro di taglio sul personale vi sembran pochi
In relazione alle dichiarazioni del Presidente Ceriscioli circa il taglio sul costo del personale dell’ Area Vasta 2 apparse sulla stampa il 31.05 .2019 vogliamo ribadire che ad oggi il taglio previsto per l’ Area Vasta 2 ammonta a 4.415.420 di euro come previsto nell’ allegato 8 della determina della Direzione Generale ASUR n 78 del 20 febbraio 2019. Tale determina ridefinisce il piano dei fabbisogni del personale e modifica le dotazioni organiche delle aree vaste, definendo nell’ allegato 9 che il costo del personale dell’intera ASUR passerà da 621.251.259 euro del 2017 ( al netto dello scorporo dell’ ospedale di Osimo passato all’ INRCA) a  610.279.000 previsti per il 2019 e 2020.  Nell’ anno 2019 la stessa determina nell’ allegato 8 prevede un risparmio complessivo sul costo del personale (tra assunzioni e cessazioni) per l’intera ASUR di 6.831.246. Tale risparmio si articola così: taglio di 44.261 euro per l’ Area Vasta 1, taglio di 4.415.420 euro per l’ Area Vasta 2, incremento di 1.364.698 euro per l’ Area Vasta 3, taglio di 413.725 euro per l’Area Vasta 4, taglio di 3.819.873 euro per l’ Area Vasta 5  e incremento di 497.335 euro per la Direzione Generale. Per l’Area Vasta 2 il taglio previsto è incompatibile con l’attuale assetto dei servizi, pertanto in assenza di una sua revisione, al di la della situazione emergenziale  per il  piano ferie, temiamo che si inneschino processi di riduzione dell’offerta sanitaria o il ricorso ad esternalizzazione di servizi.
Continua a leggere
29/05/2019 Area Vasta 2: bene le proroghe, ma non sono sufficienti
Prendiamo atto del comunicato dell’ ASUR Marche che annuncia la proroga per300 lavoratori in scadenza dal 15 giugno prossimo in avanti.Certamente il grande lavoro di socializzazione con tutte le istituzioni e di denuncia che le OO.SS. hanno fatto in queste settimane ha contribuito a far comprendere la gravità del problema.Va detto che senza incremento del tetto di spesa per il personale dell’ area vasta 2 i problemi strutturali evidenziati in questi giorni non troveranno soluzione. E’ impensabile infatti chiedere alla sola Area Vasta 2 di rientrare di 4,4 milioni sul costo dal personale su un risparmio complessivo dell’ Asur previsto per il 2019 di 6,8 milioni. Come CISL FP valutiamo positivamente le proroghe, la cui precisa entità ci dovrà essere comunicata, ma chiariamo che esse da sole non sono sufficienti a garantire il piano ferie.Infatti senza le sostituzioni del turn over, legato a cessazioni da lservizio, che già si stanno verificando, le riduzioni di servizi e di posti letto già comunicate potrebbero dover essere ulteriormente aumentate.  Il piano ferie presentato nei giorni scorsi ai sindacati e oggi diffuso tra i coordinatori dei servizi, può essere attuato solamente se oltre alle proroghe sarà possibile sostituire il personale che in questi mesi per vari motivi cesserà dal servizio (pensione, dimissioni volontarie o altro). Resta infine inteso che il personale è risicato a tal punto che malattie improvvise o richieste di aspettativa metterebbero subito in crisi i reparti e servizi. Manteniamo pertanto lo stato di all'allerta del personale, perchè la situazione è decisamente grave e le dimissioni del Direttore Coacci, che pur nel breve tempo ha dimostrato grande comprensione e vicinanza per i problemi dei lavoratori, lo stanno certamente a dimostrare.
Continua a leggere
27/05/2019 Riduzione servizi sanitari e piano ferie: ancora nessun atto ufficiale di proroga
A 4 giorni dall’inizio del periodo estivo disciplinato dal contratto non risultano agli atti determinazioni di proroga del personale in scadenza. Che fine hanno fatto dunque le indicazioni che il presidente della Regione aveva impartito alla direzione dell’ ASUR nell’incontro con i sindaci del fabrianese lo scorso 22 maggio? Vorremmo ricordare che il piano ferie rappresentato, con ritardo, ai sindacati il 20 maggio u.s., pur prevedendo diverse riduzioni di servizi, è realizzabile solo in presenza della proroga di TUTTI i contratti in scadenza e della sostituzione di almeno una settantina di cessazioni definitive. L’assenza di questi provvedimenti o una loro realizzazione parziale rende pertanto impossibile la realizzazione del piano ferie e soprattutto prelude ad una riduzione radicale dei servizi. Il costante riferimento al tetto di spesa del costo del personale contenuto nella determina ASUR 78/2019 consente infatti un numero  limitato di proroghe rispetto a quelle necessarie e non permette pertanto di rispettare le recenti indicazioni date dal Presidente della Regione. Ci chiediamo a questo punto chi sia davvero a governare il sistema sanitario marchigiano, se l’ ASUR può permettersi di non rispettare le indicazione del Presidente della Regione, che è anche assessore alla Salute, per altro riferite pubblicamente senza smentite dal sindaco di Fabriano che era presente all’ incontro. Come CISL FP ci siamo adoperati per mettere in guardia molti sindaci della provincia circa i rischi di riduzione dei servizi nelle strutture ospedaliere e nei servizi territoriali, riduzioni che senza personale non riguarderanno solo periodo estivo, ma diverranno strutturali. Ci chiediamo infatti se chi governa il sistema, accanto alle preoccupazioni sul rispetto dei vincoli economici del sistema, abbia anche messo in conto le responsabilità giuridiche derivanti dalla radicale riduzione dei servizi, in termini  di garanzia dell’ erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza che con questi tagli sarebbe messa in discussione.   Ancona, 26.05.2019                                                                                      CISL FP Ancona
Continua a leggere
22/05/2019 Area Vasta 2: Rischio chiusura dei servizi e ferie dei dipendenti non garantite
Con l’avvio dal 1 giugno del periodo estivo, senza le proroghe del personale a tempo determinato e la sostituzione del turn over, saranno a rischio sia la garanzia del diritto costituzionale contrattuale alla ferie del personale che il mantenimento dei servizi sanitari territoriali e ospedalieri dell’ area vasta 2.  La situazione è molto grave. Parliamo di centinaia di lavoratori tra tempi determinati in scadenza dal prossimo mese di giugno e lavoratori che per pensionamento o per raggiungimento del periodo massimo di tempo determinato lasceranno il servizio. I limiti al tetto di spesa del personale imposti dalla Regione e dall’ Asur all’ area vasta 2, che prevedono nel solo 2019 un taglio di 4,4 milioni sono incompatibili con il mantenimento dei servizi e se non verranno mitigati causeranno o tagli draconiani a unità operative ospedaliere, servizi territoriali (poliambulatori, adi, prevenzione) oppure una loro privatizzazione. L’avvio delle ferie potrà costituire l’avvio di questo percorso di declino che colpirà tutta la sanità della provincia di Ancona: gli ospedali di Fabriano, Senigallia, jesi, gli ospedali di comunità di cingoli, Chiaravalle, Loreto, i servizi territoriali e distrettuali con evidenti ripercussioni. Solo la proroga di tutti i contratti a tempo determinato in scadenza e la sostituzione di almeno 70 operatori per garantire il turn over può consentire alla sanità della provincia di ancona di non mettere il cartello “chiuso per ferie” e soprattutto di non ritrovarsi a settembre nell’impossibilità di riaprire reparti e servizi. Facciamo un appello a TUTTI I SINDACI della provincia di ANCONA affinchè si facciano sentire con il Governatore della Regione e con il Direttore dell’ ASUR :qui c’è in discussione il diritto alla salute dei loro cittadini! noi da parte nostra continueremo nei prossimi giorni  a divulgare i numeri del “disastro” e ribadirne le responsabilità. FP CGIL-CISL FP- UIL FPL ANCONA
Continua a leggere
20/05/2019 Concorso per navigator: più di 1500 domande nelle Marche
L'intervista di Vera Tv a Luca Talevi, Segretario generale Cisl Fp Marche
Continua a leggere
16/05/2019 Polizia Ambientale: un seminario di approfondimento a Macerata
La Cisl Fp Marche ha organizzato un seminario di approfondimento di alta specializzazione sulle materie della Polizia Ambientale che si è tenuto ieri, giovedì 16 maggio, presso la Sala riunioni della Provincia di Macerata. Oltre 60 addetti provenienti dalle Polizie Locali e Provinciali Marchigiane si sono confrontati con il relatore, Maggiore Alberto Casoni,  già Polizia Provinciale di Macerata, su casi particolari quali il rinvenimento di veicoli abbandonati, terre e rocce da scavo, rifiuti ed inquinamento di acqua ed aria. Le ore di formazione, come sempre gratuite per gli Enti di provenienza ed i partecipanti, anche non iscritti, sono state utilizzate per affrontare in maniera frontale, partecipata e colloquiale, le norme poste a tutela dell’ambiente. Ha espresso soddisfazione per la riuscita dell’iniziativa il Referente della Cisl Funzione Pubblica di Macerata, Alessandro Moretti, che ha anche consegnato ai partecipanti i relativi attestati di partecipazione al seminario incentrato sulla corretta ed uniforme applicazione, sia per il controllato che per il controllore, della complessa normativa ambientale.
Continua a leggere
09/05/2019 Salvini a Osimo, disagi per utenti e lavoratori del Poliambulatorio. Cisl Fp: «Grave sospensione del servizio pubblico senza preavviso»
Disagi per gli utenti e dipendenti dei servizi ambulatoriali di Osimo in concomitanza della visita del Ministro dell’Interno Matteo Salvini. Si apprende infatti che, per motivi legati all’allestimento del comizio, il Poliambulatorio è stato evacuato a partire dalle ore 12.30, con conseguente disservizio all’utenza. Il personale in servizio, inoltre, ha perso un’ora e mezza di lavoro che dovrà recuperare.  «Riteniamo molto grave – dichiara Alessandro Mancinelli della Cisl Fp Ancona - che per una iniziativa elettorale venga sospeso un servizio pubblico sanitario, con inevitabili disagi per gli utenti e per gli operatori. I primi non potranno fruire dei servizi ambulatoriali, i secondi dovranno recuperare il mancato orario di lavoro. Due conseguenze negative – conclude Mancinelli - prodotte senza alcun preavviso. Possibile che nessuno le avesse valutate?».
Continua a leggere
06/05/2019 Aspiranti Navigator: nelle Marche quasi 1000 domande per 55 posti
Tra le  38.000  domande arrivate, a livello nazionale, all'Anpal , al  30 aprile 2019,  per la selezione pubblica nazionale per aspiranti navigator, 873 arrivano dalle Marche per un  totale di 55 posti da coprire.  «  In particolare  sono state presentate 297 domande per sede di  Ancona, 157 per Pesaro/Urbino, 188 per Macerata, 141 per Ascoli, 91 per  Fermo.  -  ha spiegato Luca Talevi, segretario generale Cisl Fp Marche -  Complessivamente i posti previsti per la Regione Marche sono 55 così  suddivisi: 17 ad  Ancona, 13 a Pesaro/Urbino, 11 a Macerata, 8 ad Ascoli Piceno e 6 a Fermo. I navigator saranno dei "cercatori di lavoro" con  il compito di guidare ed accompagnare nel mercato delle offerte di lavoro  i beneficiari del reddito di cittadinanza .»    I "navigatori" dipenderanno dall'Anpal ma dovranno operare in sinergia con i centri per l'impiego, sotto le direttive della Regione La domanda per partecipare alla selezione nazionale deve essere tassativamente effettuata entro le ore 12.00 dell'8 maggio 2019, ed è necessario dotarsi preventivamente di un codice PIN rilasciato dall'Inps oppure di una identità SPID o di una carta nazionale dei servizi  ( CNS ) . La selezione è rivolta a laureati in varie discipline giuridiche, economiche ed umanistiche. «Sarà possibile Come Cisl Fp Marche abbiamo organizzato un corso di preparazione per aspiranti navigator.   - conclude Talevi - 10 maggio il termine per iscriversi al corso di . Le lezioni saranno tenute, ad Ancona, da docenti dell’Università Politecnica delle Marche coordinati dal Prof.Avv. Antonio Di Stasi, Ordinario Diritto del Lavoro Per maggiorni informazioni  è possibile contattare il numero 392/1206067 il lunedì, martedì, giovedì e venerdì mattina oppure scrivere a s.cristofanelli@cisl.it    
Continua a leggere