Clicca sull'area sottostante di tuo interesse per inviare una richiesta di contatto o accedere rapidamente ai nostri servizi in primo piano.
- Le proposte CISL -

In questa fase in cui è ancora acuta la crisi indotta dalla pandemia Covid-19, è di grande importanza aprire una riflessione su come le Marche possano rilanciare la propria economia, utilizzando al meglio le opportunità offerte dalle risorse del PNRR (Piano Nazionale di ripresa e resilienza), versione italiana del Next Generation EU, e quelle della nuova programmazione 2021-2027 dei fondi strutturali di investimento. Irrobustimento delle infrastrutture, ammodernamento dei sistemi produttivi, potenziamento delle reti di welfare (scuola, sanità e sociale), transizione ecologica e digitale, sono sfide da cogliere nel segno dell’inclusione e della coesione sociale e territoriale, sostenendo, in particolare, i giovani e le donne, ai quali è rivolto principalmente il piano europeo. Per comprendere l’impatto di tali politiche sulle diverse realtà territoriali e come si intreccino con le traiettorie dell’innovazione e dello sviluppo sostenibile, occorre individuare le priorità, partendo da scenari il più possibile condivisi. Nella indispensabile opera di selezione degli interventi, che deve avere una visione strategica, è quanto mai necessario rifocalizzare i punti di forza e di debolezza del contesto marchigiano.

Pensiamo di svolgere  questa riflessione all’interno di 3 cornici tematiche, che saranno definite in successione, nel seguente ordine : assetto e competitività dei sistemi produttivi, mercato del lavoro, welfare.

In ognuna delle schede saranno proposti alcuni elementi per l’analisi e succintamente presentate possibili linee di azione, da intendere come contributo ad una discussione ad ampio raggio che coinvolga e responsabilizzi tutte le Istituzioni e i soggetti sociali ed economici della Regione e punti ad un Nuovo Patto per il rilancio delle Marche.