• Home/
  • Federazioni/
  • Pubblico/
  • CISL SCUOLA

CISL SCUOLA

Chi siamo

Personale della scuola docente e non docente (personale Ata).

Segretario generale: BARTOLINI ANNA
Email: anna.bartolini@cisl.it
Informativa completa sulla privacy
Sede regionale:
Via dell'industria, 17 - 601xx Ancona
Tel: 071 5051
Fax: 071 505207
Email: cislscuola_reg_marche@cisl.it

Ancona

Via Ragnini, 4 - 60127 Ancona
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
09:00-12:00 [per l'orario del mese di luglio contattare lo 071 206643]
15:00-18:00
-
15:00-18:00
09:00-12:00
-
Via Montenero, 6 - 60019 Senigallia
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- - - -
15:30-18:30
-
Via De Gasperi, 50 - 60044 Fabriano
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- -
15:30-18:30
- - -

Fermo

Via Sant'Alessandro, 3 - 63900 Fermo
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
-
15:30-18:30
15:30-18:30
09:00-12:30
15:30-18:30
- -

Macerata

Largo Castelfidardo, 24 - 62012 Civitanova Marche
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
- -
15:30-18:30
- - -
Via S. Nicola, 66 - 62029 Tolentino
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
16:00-18:30
- - - - -
Via Dante, 22 - 62027 San Severino Marche
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
-
15:30-18:30
- - -
08:30-12:30

Pesaro Urbino

Via Porta Rimini, 11 - 61121 Pesaro
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
16:30-18:30
-
09:30-12:30
- - -
Via Garibaldi, 69 - 61032 Fano
Lun Mar Mer Gio Ven Sab
-
16:30-18:30
-
09:30-12:30
- -

Le ultime notizie

18/09/2018 Riduzione insegnanti al Bignamini di Falconara. Sindacati:“No a rimpalli di responsabilità"
  I sindacati della Scuola delle Marche, Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua e Snals Confsal, seguono da vicino con preoccupazione la vicenda dell’ Istituto Bignamini di Falconara Fondazione Don Gnocchi, che ha visto, già da questo anno scolastico, la riduzione degli insegnanti per il sostegno degli alunni diversamente abili e che rischia di non vedere rinnovata la consueta convenzione fra Ufficio Scolastico Provinciale e Istituto  «Abbiamo  chiesto incontri urgenti ai soggetti istituzionali a vario titolo coinvolti, dall'Ufficio scolastico Regionale alla Fondazione Bignamini, oltre al Dirigente Scolastico,  alla Regione Marche, all’Amministrazione Comunale di Falconara e al Garante dei Minori - affermano le Segretarie Generali Regionale di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua e Snals Confsal -  affinché si faccia velocemente chiarezza su una questione così delicata, evitando sterili ed inopportuni rimpalli di responsabilità, nell’interesse degli alunni e delle loro famiglie che hanno il diritto di veder garantiti adeguati livelli di istruzione e assistenza. Se nei prossimi giorni non dovessero giungere risposte soddisfacenti -  concludono -  con il supporto delle proprie segreterie nazionali, porteremo  il caso ai tavoli dei Ministeri competenti.»      
Continua a leggere
06/09/2018 Cisl Scuola: terza giornata nazionale Rsu e Delegati. Gli appuntamenti nelle Marche
Nelle date del 7, 12, 13 e 14 settembre si terrà la terza giornata nazionale degli Rsu e dei Delegati della Cisl Scuola - Cisl Fsur (Federazione Scuola Università e Ricerca). Quattro appuntamenti che coinvolgeranno tutte le province delle Marche, a partire da domani, venerdì 7 settembre, con l'iniziativa di Jesi che si terrà a partire dalle ore 9.30 presso l'Hotel Federico II (Via Ancona 100). Mercoled 12 settembre si riuniranno Rsu e Delegati della provincia di Macerata, sempre alle 9.30, all'Hotel Anton di Recanati, località Fontenoce. Il giorno successivo Villa Piccinetti (località San Biagio 49, Roncosambaccio, Fano) ospiterà Rsu e Delegati della provincia di Pesaro - Urbino. Ultimo incontro venerdì 14 settembre a Grottammare, presso Valentino Resort (Via Dante Alighieri 99), ore 9.30.    
Continua a leggere
07/06/2018 Buonasera Marche con Marco Ferracuti, Anna Maria Foresi e Giacomo Del Bianco
Ospiti in studio Marco Ferracuti, segretario regionale Cisl Marche, Anna Maria Foresi, segretaria regionale Cisl Scuola Marche e Giacomo Del Bianco, Vigile del Fuoco del Comando di Macerata, per parlare del Decreto legge che ha prorogato la restituzione della tassazione sospesa per le popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016. Una battaglia che ha visto la Cisl in prima linea da oltre un anno e nelle ultime settimane con una raccolta firme a sostegno dell'appello per la proroga della restituzione. Una bella notizia che porta però con sé delle imparzialità rispetto ad alcune categorie di lavoratori come i Vigili del Fuoco e il personale della scuola
Continua a leggere
15/05/2018 Crollo all'Istituto Tecnico Montani di Fermo: fare luce sulle responsabilità
Ieri mattina presso l'Istituto Tecnologico Montani di Fermo alle ore 7.20 è crollato il tetto di un’aula del triennio. Per pura casualità non si sono avute vittime tra gli studenti e il personale della scuola;  se il fatto si fosse verificato solo 40 minuti dopo saremmo qui a piangere studenti, docenti e personale ATA. È l'ennesimo crollo di una scuola pubblica italiana, anzi di una scuola che ha reso famoso il territorio fermano per la sua tradizione storica. Non si conoscono ancora  le cause di questo crollo ma sembra assurdo che, dopo i tremendi sismi che hanno colpito la nostra zona, si possano verificare situazioni del genere. I controlli di agibilità effettuati nelle strutture scolastiche avrebbero dovuto evidenziare situazioni di potenziale pericolo e  in particolar modo di eventuali pericoli di crollo come avvenuto all'ITT Montani. Più volte, come organizzazioni sindacali, abbiamo denunciato la situazione disastrosa delle strutture pubbliche scolastiche italiane, nei prossimi giorni chiederemo nuovamente alle autorità responsabili le reali condizioni degli edifici scolastici della nostra regione e in che modo si vorranno orientare i necessari investimenti. Occorre un piano di investimenti strutturali nella scuola pubblica e non procedere a riforme che da una parte vanno solo a colpire il personale della scuola e dall'altra parte ad operare in maniera propagandistica e di facciata. «La scuola deve tornare a essere bene comune, come previsto dalla nostra Costituzione - dichiarano Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola RUA -. La magistratura faccia luce sulle responsabilità del crollo e noi come organizzazioni sindacali saremo pronti a intraprendere tutte le azioni necessarie. Non è un Paese civile quello che tollera morti sul lavoro e fa rischiare la vita ai suoi figli che si recano ogni giorno a  scuola».
Continua a leggere
10/05/2018 Elezioni Rsu: nel Fermano vince la Cisl. Cifani: «Affermazione eccezionale»
Anche nella provincia di Fermo le elezioni per il rinnovo della Rsu nella funzione pubblica e nella scuola hanno visto l'egemonia della Cisl, affermatasi come il sindacato più votato sia all'interno della sanità e degli enti pubblici, sia nel comparto scuola. A fare il punto, il responsabile della Cisl di Fermo, Alfonso Cifani, la responsabile della Cisl Scuola Ascoli - Fermo, Feliciana Capretta, e il Segretario regionale della Cisl Fp Giuseppe Donati. «Venivamo da un'affermazione nella tornata del 2015 e la nostra conferma era tutt'altro che scontata - dichiara Alfonso Cifani - dato il contesto molto diverso di quest'anno: c'è stata una campagna elettorale forte e a volte anche demagogica, con la presenza di diversi sindacati autonomi. Alla luce di tutto ciò abbiamo ottenuto risultati davvero eccezionali: siamo soddisfatti perché abbiamo avuto la conferma di quanto di buono fatto sia qualitativamente che quantitativamente negli ultimi tre anni». Parole confermate dal risultato della Cisl Scuola, che nel Fermano ha raccolto il 53,3% dei consensi nelle elezioni Rsu: «Credo che i lavoratori abbiano riconosciuto la nostra presenza nelle scuole, premiando la costanza nella partecipazione alle contrattazioni di istituto, nonché l'attenzione che abbiamo mostrato nel tenerli al corrente e nel permettergli di dire ciò che pensavano durante le assemblee - afferma Feliciana Capretta - . Credo che sia stato apprezzato anche il nostro impegno nella consulenza, oltre al coraggio nel prendere posizione nei confronti di qualche dirigente scolastico che, durante la contrattazione, tendeva ad andare oltre i poteri effettivamente concessigli dal suo ruolo». «È sempre difficile ripetersi negli anni, soprattutto in un contesto complicato come il nostro - commenta Giuseppe Donati -. Noi abbiamo addirittura aumentato i nostri voti portando a casa un successo inaspettato nelle proporzioni. Crediamo abbia pagato la trasparenza con la quale abbiamo sempre detto le cose come stavano. All'Inps e nei Comuni di Montegranaro e Amandola potevamo avere più seggi, ma ci mancavano i candidati». In particolare spicca il risultato nel comparto Sanità: nell'Area Vasta 4, la Cisl ha sovrastato tutti con il 42,5% dei voti. «Noi abbiamo lottato solo per ridare dignità al Fermano. E tolti i proclami, non sta avvenendo. Sul nuovo ospedale, a oggi non se ne parla più quindi aspettiamo la campagna elettorale per vedere le prime colonne. Ma su questo ribadisco che non è quella la soluzione. La struttura conta, il Murri non è più adeguato». Nonostante la campagna elettorale appena conclusa, la Cisl di Fermo non ha mai interrotto il lavoro quotidiano nel territorio, prestando particolare attenzione alle difficoltà. «Gli anni della crisi hanno segnato un cambiamento importante nella nostra economia e i punti di forza non sembrano più tali. Al nord è ripreso lo sviluppo ed è aumentata l'occupazione, da noi invece i dati sono tutti ancora negativi: stiamo perdendo il treno di sviluppo del nord e diventando la locomotiva del sud», conclude Cifani, che si sofferma sul tema dell'area di crisi complessa: «È una grossa opportunità per cambiare le sorti del territorio, visto che il piccolo è bello non funziona più».      
Continua a leggere
07/05/2018 Focus Lavoro: Primo Maggio - Rsu Cisl Scuola Fp Cisl- Ape Social 2018
In primo piano: Primo Maggio 2018 Cgil Cisl Uil insieme a Prato  per la "Sicurezza: il cuore del lavoro". Intervista a Sauro Rossi, Segretario generale Cisl Marche.   Elezioni Rsu 2018:  Cisl Scuola e Cisl Fp i più votati nelle Marche. Interviste ad Anna Bartolini, Segretaria generale regionale Cisl Scuola, e a Luca Talevi, Segretario generale Cisl Fp Marche.   Per la rubrica Patronato Inas Cisl Ti- informa: Ape Social 2018, tutte le novità.  
Continua a leggere
26/04/2018 RSU 2018 Cisl Scuola Pesaro si conferma il primo sindacato della scuola
Sono ormai definitivi i dati delle elezioni RSU 2018 e la Cisl Scuola di Pesaro si conferma anche nel 2018 primo sindacato della scuola nella provincia di Pesaro con una percentuale di voti che si attesta al 46,99%  e che cresce ulteriormente rispetto al 2015.   Una crescita che esprime nel consenso elettorale dato, il lavoro competente, responsabile ed autorevole svolto da tutta la Cisl Scuola pesarese.   Sono 54 gli istituti in cui si è votato circa 5000 i lavoratori che si sono recati al seggio il 69% di tutti gli addetti.  La Cisl Scuola elegge 81 Rsu.   “Ringrazio tutti i lavoratori che si sono recati ai seggi e quelli che ci hanno dato fiducia,  – commenta Cristina Boccioletti responsabile della Cisl Scuola di Pesaro -  insieme ai 161 candidati che hanno offerto la loro disponibilità per dare volto e voce alla nostra organizzazione. Un contratto finalmente rinnovato, uno straordinario risultato elettorale, le iscrizioni in costante crescita: segnali positivi che ci stimolano a svolgere in modo ancora più determinato il nostro ruolo di rappresentanza del personale 
Continua a leggere
24/04/2018 Elezioni Rsu 2018: la Cisl Scuola primo sindacato nella provincia di Macerata
A scrutinio ultimato la Cisl Scuola di Macerata si conferma primo sindacato provinciale di settore nelle elezioni RSU 2018. Un'affermazione netta, con  una percentuale di voti del 36,34% in crescita rispetto al 2015. 57 gli istituti scolastici della Provincia in cui si è votato, si sono recati ai seggi più di 4700 lavoratori, circa il 71% di tutti gli addetti. La Cisl Scuola di Macerata elegge 61 RSU. «Ringrazio tutti i lavoratori che si sono recati ai seggi e quelli che ci hanno dato fiducia - commenta la responsabile della Cisl Scuola di Macerata Anna Maria Foresi - insieme ai 180 candidati che hanno offerto la loro disponibilità per dare volto e voce alla nostra organizzazione. Continueremo ad essere al loro fianco nell’impegno quotidiano a tutela dei lavoratori della scuola maceratese. Questo straordinario risultato nella nostra provincia in cui anche il sistema scolastico è stato fortemente colpito dal terremoto, esprime il desiderio di partecipazione dei lavoratori e rappresenta il riconoscimento dell'autorevolezza della Cisl Scuola, frutto di competenza, concretezza, radicamento sul territorio, capacità di rilevarne i bisogni e di dare risposte».
Continua a leggere
21/04/2018 Cisl Scuola Marche si conferma primo sindacato della scuola
 La Cisl Scuola Marche si conferma il primo sindacato regionale della scuola nelle Elezioni RSU 2018,mentre è ancora in corso lo scrutinio negli Istituti scolastici (85% dei seggi scrutinati).  Un'affermazione netta, con una percentuale di voti a livello regionale che passa dal 35,86% delle elezioni del 2015 al 37,64%  del 2018. Nel dettaglio la Cisl Scuola si aggiudica la maggioranza delle preferenze negli istituti della provincia di Pesaro, dove a scrutinio ormai concluso si rileva una crescita del consenso di oltre 4 punti, con una percentuale di voti del 47,30%.  Si profila una sicura affermazione anche nelle province di Ascoli/Fermo e di Macerata nelle quali la Cisl Scuola si conferma prima sindacato, in crescita la provincia di Ancona. Tra martedì 17 e giovedì 19 aprile si è votato nei 235 istituti scolastici della Regione Marche. Si sono recati ai seggi circa 20.000 lavoratori, il 70% degli addetti. L’elevata affluenza alle urne è il segno evidente del desiderio di partecipazione dei lavoratori e della forte rappresentatività delle organizzazioni sindacali del settore, in particolare della Cisl. Un richiamo forte nei confronti di chi vorrebbe limitare e ridimensionare il ruolo negoziale del sindacato e l’importanza del confronto con le forze sociali. I risultati delle elezioni premiano la Cisl Scuola e la sua identità di sindacato della proposta, autonomo, pluralista, che fa del confronto e del negoziato il terreno principale della sua azione e riconosce la linea responsabile e riformista della Cisl che si è battuta per il rinnovo del Contratto Nazionale di lavoro bloccato per otto anni. «Ringraziamo di cuore tutti i lavoratori - dichiara Anna Bartolini Segretaria Generale della Cisl Scuola Marche -   che si sono recati ai seggi e tutti quelli che ci hanno dato fiducia. Un ringraziamento particolare ai 737 candidati delle nostre liste, che hanno offerto la loro disponibilità per dare volto e voce alla Cisl Scuola Marche. Questo risultato straordinario ci riempie di orgoglio e di soddisfazione, e ci consegna la grande responsabilità di continuare a lavorare, a partire da domani, per misurarci sulle sfide importanti che ci attendono.»
Continua a leggere
19/04/2018 Comparto Istruzione e Ricerca: firmato definitivamente il contratto
Cisl FSUR, FLC CGIL e Uil Scuola Rua hanno firmato all’Aran il rinnovo del contratto nazionale del comparto istruzione e ricerca che, sancisce un aumento medio per tutto il personale tra gli 80 e i 110 euro lordi. La firma definitiva arriva dopo l'accordo del 9 febbraio scorso. Il CCNL ritorna ad essere centrale nella regolamentazione delle relazioni sindacali e dei rapporti di lavoro. Vengono superati gli aspetti più invasivi e deleteri della “legge Brunetta” e della legge 107. Attraverso la contrattazione nei luoghi di lavoro sarà stabilito l’utilizzo di tutte le risorse del salario accessorio, ivi comprese le risorse destinate alla valorizzazione professionale come ad esempio il bonus, riconoscendo così pienamente la disciplina per via negoziale del rapporto di lavoro nei suoi aspetti retributivi. Questo contratto riporta alla normalità modi e tempi delle relazioni sindacali; ora si dovrà dar seguito, in tempi brevi, alle sequenze contrattuali sui problemi rimasti aperti riguardanti l’ordinamento, le carriere, i profili Ata, le sanzioni disciplinari dei docenti. Ma soprattutto andrà avviata a breve la trattativa del nuovo Contratto 2019-21 per il quale la FLC CGIL, Cisl FSUR e Uil Scuola Rua chiederanno da subito al futuro governo di stanziare le risorse necessarie a partire dalla prossima legge di bilancio.  Questo contratto rappresenta un passo importante, fondamentale, per ridare certezze e dignità a più di un milione di lavoratrici e lavoratori che operano nelle scuole, nelle università, negli enti di ricerca e nell’AFAM che, al pari degli altri lavoratori pubblici, sono stati ingiustamente penalizzati in questi anni. Si consegna alle Rappresentanze Sindacali Unitarie, le cui elezioni si stanno svolgendo proprio in questi giorni, l’opportunità di un forte protagonismo nella contrattazione.  «Adesso le amministrazioni procedano subito alla liquidazione degli arretrati e all’adeguamento degli stipendi attesi da oltre 1,2 milione di lavoratori - hanno dichiarato I segretari Maddalena Gissi della Cisl Fsur, Francesco Sinopoli della Flc Cgil,  e Pino Turi della Uil Scuola -. Noi proseguiremo la nostra azione puntando sul protagonismo delle lavoratrici e dei lavoratori e sulle RSU che coinvolgeremo in ogni passaggio dell’attuazione delle sequenze contrattuali e sulla piattaforma del CCNL 2019-2021».
Continua a leggere